“Dal punto di vista”… dei campus reggiani

Stampa articolo Stampa articolo

La Fondazione per lo Sport, in collaborazione con il Centro Sportivo Italiano di Reggio Emilia e Officina Educativa, ha organizzato un corso di formazione per tutti gli educatori e gli allenatori sportivi di Reggio Emilia già coinvolti nei vari campus cittadini (ossia varie opportunità di fare sport, compiti, attività ludiche e creative per ragazzi dai 6 ai 14 anni) dal titolo “Dal punto di vista”. 

Il corso si articola in 6 pomeriggi da due ore ciascuno dalle 15.30 alle 17.30: l’iniziativa, che ha preso il via lo scorso 23 ottobre e terminerà in febbraio, coinvolge 15 figure educative che stanno seguendo le lezioni dei relatori: la dottoressa Jessica Mammi (Csi Education), il dottor Duccio Simonelli (pedagogista) e il dottor Francesco Santarello. Nel percoso formativo è prevista anche la collaborazione con la Croce Rossa di Scandiano che mostrerà ai corsisti una simulazione di primo soccorso. Nel primo incontro, che ha avuto luogo lo scorso lunedì 23 ottobre, si è parlato di “Campus come muovi orizzonti”, la conoscenza del servizio e della rete reggiana che gravita intorno ai campus. Lunedì 30 ottobre l’argomento verterà invece su “Questione di prospettive”: sono più importanti i compiti o lo sport?

Lunedì 13 novembre l’argomento sarà “Uno sport che parla la stessa lingua”, le regole dello sport sono un potente mezzo comunicativo. Lunedì 4 dicembre sarà invece affrontato il tema “In caso di bisogno, che faccio?”, le basi del primo soccorso, a cura della Croce Rossa. Lunedì 22 gennaio i docenti svilupperanno il contenuto “1 + 1 = 3 – La matematica delle relazioni”, per interrogarsi sulla relazione nell’ottica della progettazione educativa. L’ultimo incontro, quello di lunedì 19 febbraio, verterà invece su “Lavoro di Rete”, confronto finale di verifica tra educatori e istruttori sportivi.

Pubblicato in Articoli, Associazioni