Alla Panizzi la mostra dell’artista Bruno Barani

Stampa articolo Stampa articolo

“Il bosco infinito. Arte e letteratura nelle edizioni di Bruno Barani”: si intitola così la mostra che inaugura venerdì 27 ottobre alle 11.00 in Biblioteca Panizzi, nell’allestimento “itinerante” – già sperimentato con successo in passato, che vede coinvolti il piano terra, il primo e il secondo piano della biblioteca.

L’esposizione di alcune tra le più interessanti edizioni a tiratura limitata di Bruno Barani, diciotto delle quali sono state di recente donate dall’artista al Gabinetto delle Stampe “A. Davoli”, è un’occasione che la biblioteca ha voluto cogliere per valorizzare il lavoro prezioso, poetico e visionario di questo nostro artista reggiano, nato a Montecchio ma residente a Montechiarugolo.

Si tratta per lo più di libri d’artista, pubblicati in poche copie, uno all’anno, spesso di piccole dimensioni. Il testo, scelto da un artista che è anche un grande appassionato di letteratura, è illustrato da una o più opere originali realizzate con le tecniche del collage per il quale Barani assembla diversi tipi di carte, frammenti di altri materiali resi a volte preziosi da inserti in foglia d’oro. L’impaginazione è rigorosa, quasi bodoniana. La copertina e la legatura sono confezionate a mano, con cura.

Scrive di lui Sandro Parmiggiani: “La provincia è il luogo, spesso misconosciuto, dove passioni e fervori possono trovare alimento, in artisti e persone di vera cultura, lontano da tante sollecitazioni, tentazioni svianti, vacui proclami e clamori della vita di città; solo qui, forse, può radicarsi la distinzione, cara a Blaise Pascal, tra ésprit de géométrie e ésprit de finesse, che in Bruno Barani, e nelle sue opere, hanno trovato una conciliazione e una sintesi perfette”.

L’ingresso è libero.

Per ulteriori informazioni www.bibliotecapanizzi.it

Pubblicato in Archivio