Don Giulio Rossi, 50 anni di servizio a Roteglia

Stampa articolo Stampa articolo

Grandissima partecipazione alla santa Messa solenne con la quale, domenica 8 ottobre, sono stati celebrati i 50 anni di servizio trascorsi da don Giulio Rossi presso la parrocchia di Roteglia, prima in qualità di parroco e poi di collaboratore dell’unità pastorale Madonna di Campiano.
Don Giulio Rossi, nato a Leguigno di Casina nel 1930, venne nominato parroco a Roteglia nel 1967, dopo aver vissuto diverse esperienze di rilievo, in particolare presso il Pio Istituto Artigianelli nel quale, per quasi un decennio, ricoprì il ruolo di vice-direttore prima e di presidente poi.

Ad accompagnarlo nella sua nuova avventura rotegliese, senza probabilmente poter immaginare che questa sarebbe durata fino al nuovo millennio ed oltre, fu don Giuseppe Dossetti.
Il quale, nel giorno del suo insediamento, rivolse al giovane parroco parole che don Giulio poi cercò di far sue nel quotidiano esercizio delle sue funzioni, al punto da volerle ricordare ancora in questi giorni attraverso un opuscolo distribuito ai parrocchiani: “Quando un prete entra in una parrocchia, deve trasmettere la Parola di Dio, celebrare l’Eucarestia ma anche lasciarsi coinvolgere dai problemi della comunità intera, delle famiglie e delle singole persone”.

Continua a leggere tutto l’articolo su La Libertà del 21 ottobre

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana