La Buona Scuola alla prova dei fatti

Stampa articolo Stampa articolo

La legge sulla Buona Scuola del 2015 dal corrente anno scolastico introdurrà nel nostro sistema d’istruzione significative novità.

Tra gli otto decreti legislativi, che costituiscono il “braccio operativo” della riforma, quello sulla valutazione rappresenta il provvedimento più impegnativo per il Ministero dell’Istruzione. Verrà infatti modificato lo svolgimento dell’esame conclusivo di Stato sia del primo ciclo – già dal prossimo mese di giugno – che del secondo ciclo d’istruzione.

Inoltre verranno introdotte rilevazioni nazionali dell’Invalsi in Italiano, Matematica e Inglese nell’ultimo anno della scuola primaria, della secondaria di primo e di secondo grado. Si attende inoltre la pubblicazione del modello nazionale di certificazione delle competenze nella scuola “elementare” e “media”.

A queste problematiche, le associazioni AIMC, UCIIM, AGe, FIDAE, Osservatorio per l’Educazione e l’Istituto San Vincenzo de’ Paoli  dedicheranno un approfondimento da titolo La Buona Scuola alla prova dei fatti. Il decreto legislativo del 16 maggio 2017, n. 62. Come cambia la valutazione.

L’incontro  si svolgerà mercoledì 25 ottobre, con inizio alle ore 16.30 presso l’Istituto San Vincenzo de’ Paoli, via Franchetti 4 – Reggio Emilia e sarà introdotto dal dirigente scolastico Luciano Bonacini.

Luciano Rondanini, già ispettore scolastico ed esperto del MIUR, interverrà sul tema  La “nuova” valutazione nel primo ciclo d’istruzione, la riforma dell’esame di “licenza media” e la certificazione delle competenze.

Alle relazione faranno seguito il dibattito e le conclusioni. Coordina Giuseppe Adriano Rossi.

L’incontro è rivolto a docenti, dirigenti scolastici, genitori. Sarà rilasciato attestato di partecipazione.

Pubblicato in Articoli, Associazioni, Slide