Oltre 10 mila tortelli per 700 commensali

Stampa articolo Stampa articolo

Successo confermato per il Galà del tortello di zucca

Una grande festa con oltre 700 persone che continua a crescere ogni anno. La 13esima edizione del Galà della zucca di Reggiolo conferma il suo successo. Numerose confraternite enogastronomiche, amministratori locali, politici, imprenditori, rappresentanti delle associazioni di categoria e tanti cittadini hanno festeggiato la zucca della Bassa e le specialità del territorio al ristorante Due Stelle di Reggiolo accolti come sempre dai fratelli Ferruccio e Renzo Crema. A guidare la preparazione dei tortelli reggiolesi, secondo la ricetta tradizionale, Lia Fornasari, moglie di Ferruccio, che per l’occasione ha coordinato 10 donne che hanno preparato 10mila tortelli di zucca.

Nel suo intervento il sindaco Roberto Angeli ha ricordato l’intraprendenza dei fratelli Crema e il recente acquisto da parte della loro società dell’ex municipio di Reggiolo che si affaccia su piazza Martiri. Una volta ristrutturato l’ex municipio contribuirà alla riqualificazione del paese.

“Quella dei fratelli Crema – ha detto Angeli – è un’attività importante per Reggiolo, che continua ad investire e a credere nel territorio”. E di questa capacità di guardare avanti, di progettare il futuro ha parlato anche la presidente provinciale e vicepresidente nazionale di Confcommercio Donatella Prampolini. “Quello che è riuscita a fare la famiglia Crema – ha detto – non è da tutti. È la prima volta che vengo a Reggiolo e sono molto stupita di vedere così tanta gente e un’iniziativa così ben organizzata. I Crema sono tra i nostri associati più importanti e sono riusciti a rinnovarsi nel tempo. Per superare la crisi ci vogliono esempi proprio come questo”.

A tavola è stato naturalmente proposto un menù a base di zucca con le ricette della tradizione. Non sono mancati i famosi tortelli di zucca reggiolesi preparati come una volta, con soffritto e pomodoro, seguiti da rosette proposte dallo chef. Come secondi sono stati serviti arrosto di vitello e cotechino accompagnati da purea di zucca. Per concludere l’atteso dolce della casa alla zucca. Il tutto accompagnato da spumante, Lambrusco mantovano, vino bianco Soave e tanta musica.

All’appuntamento non sono mancati amministratori locali e politici come i parlamentari Pd Maino Marchi, Antonella Incerti, la consigliera regionale Roberta Mori, il presidente della Provincia Giammaria Manghi, il sindaco di Scandiano Alessio Mammi, il sindaco di Campagnola Alessandro Santachiara. Tra i partecipanti l’avvocato Claudio Bassi e l’ex consigliere regionale Fabio Filippi.

La parola è poi passata alle confraternite – tra queste quella del Franciacorta, dell’Aceto balsamico tradizionale, del tabarro e della grappa – che hanno salutato il pubblico in questo importante appuntamento che riunisce la Confraternita della zucca “Teofilo Folengo”.

                                                                                                           

Pubblicato in Articoli, Associazioni