Csi batte Uisp

Stampa articolo Stampa articolo

La formazione del Sutura s’è aggiudicata ai rigori la Supercoppa sconfiggendo il Delta Macao Caffè

Da La Libertà del 14 ottobre

Il Centro Sportivo batte di nuovo la Uisp e lo fa su un terreno di scontro amato da entrambi: il calcio a undici amatoriale. La sera del 5 ottobre, sul sintetico Merli di via della Canalina, a Reggio, è stata assegnata l’edizione 2017 della Supercoppa Csi-Uisp, per la quale si sono affrontate le formazioni vincitrici dei massimi campionati dei rispettivi enti di promozione sportiva: i ragazzi della Polisportiva Scandianese Sutura, guidati da mister Alberto Riva, vincitori dell’Open A e della Supercoppa Csi, e gli atleti del Delta Macao Caffè, che hanno trionfato nel campionato di Eccellenza Uisp.

La partita rispecchia le attese ed è da subito gradevole: entrambe le contendenti tengono ritmi sostenuti e fanno sfoggio di grinta e belle giocate.
Il Delta manda in campo un centrocampo e un attacco di altissimi livello, in cui brillano per classe Luca Romano e il bomber Grossi, mentre i Sutura, guidati con equilibrio dal tecnico Riva, rispondono con la classica difesa a 4 in linea guidata dall’impeccabile Maggi, autore di una prova superlativa, un centrocampo a tre con un Koni indomabile per corsa e grinta e due trequartista come Agnesini e Dalmazio in appoggio al bomber Brevini. Proprio il fantasista Dalmazio scarica un tiro dal limite deviato da Carra sulla traversa; la sfera torna in campo e sulla stessa si avventa come un falco Brevini che insacca da due passi: 1-0 per i Sutura. è solo il 15° e il Delta ha tutto il tempo di reagire, tanto da risultare pericoloso con una punizione di Grossi dal vertice destro dell’area che sorvola di poco la porta difesa da Rossini.

Nella ripresa i ritmi non calano, ma latitano le occasioni da rete e proprio quando tutto sembrava cristallizzato arriva il pari del Delta a una manciata di minuti dal termine: azione simile a quella del vantaggio del Sutura, con Rossini che devia una doppia conclusione, il pallone si impenna a pochi metri dalla linea di porta e su quel pallone svetta Predieri che insacca di testa.

Il triplice fischio sancisce la fine del match che deve quindi essere deciso ai calci di rigore. Dal dischetto i Sutura sono impeccabili con 5 reti su altrettanti tiri con i gol di Rossini, Agnesini, Koni, Giordano e Meglioli, mentre il Delta fallisce il terzo penalty e gli scandianesi esultano conquistando, con questa coppa, una storica cinquina avendo vinto tutti i trofei ai quali hanno partecipato quest’anno: Campionato provinciale Open A Csi, Coppa provinciale, Campionato regionale, Supercoppa Csi e Supercoppa CSI-UIsp. Grazie ai Sutura il Csi provinciale bissa il successo ottenuto nell’edizione 2016 con il Boretto.

Lorenzo Chierici

Pubblicato in Articoli, Associazioni