Giornata del Contemporaneo: presentazione del volume “Giordano Montorsi”

Stampa articolo Stampa articolo

Nell’ambito della tredicesima Giornata del Contemporaneo – promossa dall’Associazione dei Musei d’arte contemporanea italiani (Amaci) – sabato 14 ottobre, alle ore 17, nel Palazzo dei Musei a Reggio Emilia si svolge l’incontro di presentazione del libro ‘Giordano Montorsi. La mutevole precisione della forma. La la land: storia di un’opera’ (Mimesis edizioni, Milano, 2016). Il volume, con testi del critico e storico dell’arte Claudio Cerritelli, del filosofo Romano Gasparotti e dal critico, giornalista e scrittore Tullio Masoni, è una approfondita analisi del lavoro di Giordano Montorsi (Scandiano, 1951) a partire da una delle sue opere più complesse e dense di significati: “La la land”. Inoltre il testo contiene aforismi e testi dell’artista e tre interviste all’artista da parte di Riccardo Caldura, Lorenzo Capitani ed Elena Giampietri.

A parlare del volume saranno lo stesso autore e il professor Alberto Giorgio Cassani, docente dell’Accademia di Belle Arti di Venezia, nonché autore della recensione del libro. Una “stralunata macchina desiderante”, come la definisce Cerritelli, “un’opera eminentemente musicale”, “flusso ritmico di modulazioni assolutamente formali” secondo Gasparotti o un “altrove” come la definisce Masoni; sarà Cassani a dar conto delle interpretazioni raccolte dal libro e ad esplicitarne le affascinanti possibilità critiche.

A seguire, alle ore 18, nelle sale della ex Galleria Fontanesi sarà inaugurata la mostra ‘La la land‘ dello stesso Montorsi, un percorso di opere che testimonia da un lato la ricerca che ha portato all’elaborazione della complessa macchina elaborata dall’artista scandianese, dall’altro la straordinaria versatilità di un autore che ha sempre perseguito una pluralità di linguaggi, tecniche e materiali pur nella sua inconfondibile identità poetica. La pittura, passione principale e motivo ricorrente dell’arte di Montorsi, diviene parte di organismi sempre più complessi, in cui la “disseminazione” (Disseminario è il titolo di una sua importante mostra del 2010) di elementi ricorrenti e forme originarie trovano una profonda coerenza. 

In questa occasione la dottoressa Cristina Marchesi, direttrice sanitaria dell’Ausl di Reggio Emilia, presenterà assieme all’artista le opere da lui donate a diversi ospedali pubblici reggiani e nazionali a sostegno dell’efficienza della sanità pubblica italiana.

L’ingresso è libero e senza obbligo di prenotazione.

Per info: www.musei.re.it  tel. 0522/456477, email musei@municipio.re.it

Da lunedì a venerdì: 9 – 13 / martedì e giovedì: 14 – 17

Pubblicato in Archivio