A San Martino Piccolo è arrivato don Fantini

Stampa articolo Stampa articolo

È parroco delle unità pastorali Correggio Nord e Correggio Ovest

Sabato 7 ottobre, in una serata contraddistinta da un clima di grande festa e attesa, le comunità delle due vaste unità pastorali correggesi di Mandrio-Mandriolo-San Martino Piccolo e di Budrio-Canolo-Fosdondo hanno dato il benvenuto al nuovo parroco don Carlo Fantini. Nella bella chiesa di San Martino Piccolo, già gremita mezz’ora prima dell’inizio della celebrazione, erano presenti insieme al Vicario generale monsignor Alberto Nicelli e al Vicario foraneo don Carlo Castellini, tutti i sacerdoti del Correggese e tanti altri delle parrocchie vicine, i diaconi, le autorità, gli ospiti, le suore e i volontari della Casa della Carità di Fosdondo, i ragazzi e gli allenatori della Società sportiva parrocchiale di San Martino, i catechisti delle unità pastorali e anche tanti parrocchiani di Novellara che, riconoscenti per questi ultimi 6 anni trascorsi con don Carlo, hanno voluto accompagnarlo con la preghiera nell’inizio di questa nuova avventura.

Avventura certamente non semplice, come ribadito sia dal vescovo Massimo Camisasca nella sua lettera di nomina, sia dal vice sindaco Gianmarco Marzocchini nel corso del suo saluto, sia più volte da monsignor Nicelli nel corso della cerimonia, visto che don Carlo si troverà ad essere un parroco “2×1” a rovescio dovendo gestire e guidare 2 unità pastorali composte da ben 6 parrocchie, situate in un vasto territorio che di fatto va dai confini con Carpi a quelli con Reggio Emilia.
Ma la scelta di Don Fantini per questo incarico è stata dettata proprio dal suo essere un sacerdote abituato alle difficoltà ed ai chilometri, dopo 9 anni spesi nel servizio missionario in Albania e Madagascar.

Leggi tutto il testo dell’articolo di Stefano Vecchi su La Libertà del 14 ottobre

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana