Palazzo dei Musei, inaugurazione della mostra “Le vittime della nostra ricchezza”

Stampa articolo Stampa articolo

Venerdì 13 ottobre, alle ore 18.30, al Palazzo dei Musei di Reggio Emilia inaugura la mostra “Le vittime della nostra ricchezza”, del fotografo italiano Stefano Stranges, impegnato in reportage su temi sociali e collaboratore di riviste umanitarie.

L’esposizione parte da una considerazione: qual è il prezzo reale dei nostri smartphone? Per le batterie dei cellulari di ultima generazione è infatti indispensabile un minerale presente solo in alcune parti del globo, la columbo-tantalite, chiamata più comunemente coltan. Il consumo in costante crescita di questi oggetti ha fatto sì che dalla fine degli anni ’90 il commercio del coltan sia aumentato in modo esponenziale, innescando grandi interessi economici e sfruttamento da parte delle grandi multinazionali.

La Repubblica democratica del Congo è uno dei paese più ricchi di questo minerale, ma per la popolazione questa ricchezza è rapidamente diventata motivo di sfruttamento in condizioni disumane.

Stefano Stranges ha documentato, con la precisa definizione del bianco e nero, questa realtà, nell’ambito di un progetto a lungo termine sulla filiera del Coltan e del materiale tecnologico. La sua mostra “The victims of our wealth” (finalista al Sifest Premio Pesaresi 2016 e Menzione d’onore all’IPOTY-International Photographer of the year) sarà visibile fino a 29 ottobre, nell’ambito delle manifestazioni per la “Congo week”, settimana di sensibilizzazione sulla difficile situazione della Repubblica democratica del Congo.  

L’allestimento della mostra nella sua città adottiva è stata fortemente voluta da John Mpaliza, cittadino italiano di origini congolesi, che per anni ha vissuto e lavorato a Reggio Emilia e che si dedica ora a tempo pieno, con marce nazionali e internazionali, alla sensibilizzazione delle istituzioni e dei giovani sui temi della pace, del consumo sostenibile e responsabile e sulla situazione del suo paese di origine. Mpaliza, per presenziare all’inaugurazione della mostra, interromperà brevemente la marcia iniziata domenica 1 ottobre da piazza Prampolini a Reggio Emilia, la cui conclusione simbolica è prevista peri il prossimo 29 ottobre a San Pietro, nella Città del Vaticano, nello stesso giorno in cui nella Repubblica Democratica del Congo si commemora il 21° anniversario dell’assassinio di monsignor Christophe Munzihirwa, costruttore di pace e arcivescovo di Bukavu.

L’iniziativa è ad ingresso gratuito e senza obbligo di prenotazione

Info:

0522 456477 Musei Civici – uffici, via Palazzolo, 2

0522 456816 Musei Civici di Palazzo S. Francesco, via Spallanzani, 1

www.musei.re.it / musei@municipio.re.it

 

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura