Casalgrande e Salvaterra, si riparte

Stampa articolo Stampa articolo

Accolti don Luigi Rossi, nuovo parroco, e don Giuliano Guidetti

Domenica pomeriggio la comunità dell’unità pastorale “Maria Regina della Pace” di Casalgrande-Salvaterra ha accolto i nuovi sacerdoti, designati dal vescovo Massimo alla guida delle due parrocchie: don Luigi Rossi come parroco e don Giuliano Guidetti come collaboratore pastorale.
Tantissime persone hanno partecipato alla celebrazione d’ingresso presieduta dal vicario generale monsignor Alberto Nicelli, nella chiesa del SS. Salvatore di Salvaterra. Quelli che non hanno trovato posto all’interno hanno potuto comunque seguire la Messa all’esterno, sul sagrato attrezzato con sedie, gazebo e audio. Erano presenti anche le comunità dell’unità pastorale “Santa Teresa di Calcutta” (Reggio) e dell’unità “Correggio Ovest” (Budrio, Canolo, Fosdondo), dove don Luigi e don Giuliano hanno prestato servizio fino al nuovo incarico.

Tanti anche i sacerdoti, una ventina, che hanno accompagnato sull’altare i due presbiteri nella nuova comunità. In particolare i preti che, per 5 anni, hanno vissuto con don Giuliano, “amici di merenda, in una canonica stretta, che hanno condiviso un’esperienza di autentica fraternità” – come hanno raccontato nel saluto finale, delineando simpaticamente un ritratto dei doni che il “carissimo” don Giuliano ha saputo portare nella loro vita comune. In prima fila, oltre ai familiari dei due sacerdoti, anche il sindaco di Casalgrande, che ha rivolto un saluto a nome della cittadinanza, con l’invito a “lavorare insieme per il bene di tutti, con un’apertura verso il mondo, che è sempre stato un punto di forza di questa comunità”.
Dopo la lettura della nomina del Vescovo, sono stati consegnati ai preti il lezionario festivo, gli oli santi, due stole violacee, un tau e una brocca d’acqua benedetta con cui hanno asperso i fedeli.

Leggi tutto l’articolo di Solange Baraldi su La Libertà del 23 settembre

 

 

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana