Studenti e adulti pellegrini a piedi per affidarsi al beato Rivi e a Maria

Stampa articolo Stampa articolo

«Il Cammino di Rolando» tornerà l’1-2 settembre 2018

L’appuntamento è per sabato 1 e domenica 2 settembre 2018, quando si rinnoverà il Cammino di Rolando, con la presenza del nostro vescovo Massimo Camisasca. L’annuncio è stato dato a conclusione del primo pellegrinaggio da San Valentino a Marola per affidare il nuovo anno scolastico al materno amore della Vergine Maria e all’intercessione del Beato Rolando Rivi. Due giorni affascinanti, lungo i più bei sentieri dell’Appennino emiliano, in un’esperienza comunitaria carica di significato e di gioia, tanto che Maddalena all’arrivo dice: “Mi iscriverei già ora per l’anno prossimo”.

La fatica non è mancata, lungo i 32 chilometri del percorso, in particolare sabato 2 settembre scorso, quando i partecipanti sono stati sorpresi da un temporale, con i piedi che in alcuni tratti del sentiero scivolavano sul fango. “Durante una discesa ho pianto, ma non mi sono scoraggiata perché il desiderio della meta, la compagnia del Signore e la presenza degli amici mi hanno aiutato a superare la fatica”, continua Maddalena, e poi aggiunge: “Con Lui ogni prova è per una gioia più grande. Per questo ero certa che l’arrivo sarebbe stata una giornata speciale”.
Così è avvenuto domenica, in una mattina radiosa di sole, con luci, colori, trasparenze e panorami eccezionali, come quelli che si vedono solo a settembre, dopo il vento e il temporale.

Ad accogliere i pellegrini all’arrivo, stanchi ma felici, vi era l’immagine del Beato Rolando Rivi, a fianco del portale d’ingresso all’antica abbazia matildica di Santa Maria a Marola, dove è esposta alla venerazione dei fedeli la maglia del martirio del giovane seminarista. Qui, con evidente commozione, ha celebrato la Messa padre Antonio Maffucci (foto): è stato il suo primo gesto di appartenenza alla nostra Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla.
Come annunciato il 25 giugno scorso, infatti, padre Antonio, che proviene dalla Diocesi di Grosseto e appartiene alla Fraternità dei missionari di San Carlo Borromeo, è stato nominato animatore spirituale del santuario del Beato Rolando Rivi a San Valentino (Castellarano), ed entrerà a far parte, come collaboratore, dell’unità pastorale Madonna di Campiano.
Ordinato sacerdote a Roma da san Giovanni Paolo II nel 1979, nello stesso anno padre Antonio Maffucci ha fatto il suo primo pellegrinaggio al santuario della Madonna Nera di Czestochowa, in Polonia.

Leggi l’articolo completo di Emilio Bonicelli su La Libertà del 16 settembre

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana