Convegno della zucca

Stampa articolo Stampa articolo

Reggiolo: preludio di due «weekend» di festa

È stata la splendida cornice di Villa De Moll a Brugneto ad ospitare, domenica 10 settembre, il “XVI Convegno della Zucca” (foto 1) che annualmente si svolge il fine settimana precedente la tradizionale “Festa della Zucca”.
L’evento, dedicato alle aree rurali nella storia, è stato promosso dalla Confraternita della Zucca di Reggiolo “Teofilo Folengo” che dal 1998 ha eletto a proprio mentore il poeta maccheronico mantovano; il poema eroicomico che lo ha reso famoso, il “Baldus”, finisce con tutti gli imbroglioni e venditori di fumo (filosofi, scienziati, medici, astronomi, poeti…) imprigionati in una enorme zucca, più grande dell’Olimpo e delle montagne della Valcamonica.

Ad aprire la mattinata è stato un buffet di benvenuto a cura della Pro Loco di Reggiolo, cui è seguita una visita alla Villa interessata da importanti interventi di restauro dopo i danni provocati dal sisma.
Costruito sul finire del Cinquecento dal facoltoso marchese Gian Giacomo Riva (1560- 1620 ca.) nel corso dell’Ottocento, l’edificio, in seguito alle nozze di un’esponente della famiglia Riva con Leopoldo De Moll, passò ai baroni trentini De Moll fino al 1955, quando divenne proprietà della famiglia Ferrero De Gubernatis, nobili veneziani che nel 1972 lo vendettero alla famiglia Pavarini di Gonzaga. è attualmente sede di una mostra permanente di mobili e oggetti di antiquariato e ospita importanti esposizioni temporanee come quelle di Claudio Spattini e Mario Pavesi attualmente in corso.

Leggi tutto l’articolo di Francesco Fava su La Libertà del 16 settembre

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura