A Regnano il concerto «Salve Mater» con la Cappella Musicale di Bergamo

Stampa articolo Stampa articolo

Da La Libertà del 9 settembre

Per la sagra, appuntamento domenica alle 18

Domenica 10 settembre alle ore 18 presso la chiesa parrocchiale di Regnano si terrà il tradizionale appuntamento musicale che, quest’anno, anticipa la Sagra di metà settembre.
L’appuntamento 2017 vede la presenza, per la prima volta in terra reggiana, della storica Cappella Musicale di Santa Maria Maggiore di Bergamo (foto) diretta dal bolognese Cristian Gentilini.

Il programma Salve Mater, come di consuetudine, è un omaggio alla letteratura mariana in linea con la Sagra dell’Addolorata e prevede brani di musicisti vissuti tra il XVI e XVII secolo come: Girolamo Frescobaldi, Maurizio Cazzati, Cipriano De Rore, Tarquinio Merula, Alessandro Grandi, Julio Segni, Pietro Vinci e Marco Antonio Cavazzoni.
A fianco della compagine vocale saranno presenti Matteo Malagoli alla viola da gamba e Primo Iotti allo storico organo Carlo Traeri del 1690.

L’attività della Cappella bergamasca è documentata già dal 1480 e fino ad oggi non ha conosciuto interruzioni; tra i tanti maestri che la illustrarono si possono ricordare: Franchino Gaffurio (1483), Pietro Vinci, Alessandro Grandi, Tarquinio Merula, G. Battista Crivelli, Pietro Andrea Ziani, G. Battista Bassani, Carlo Lenzi (1767-1802).

Negli ultimi tempi si susseguirono: Johann Simon Mayr (1802-1845) maestro di Gaetano Donizetti, Alessandro Nini (1847-1880), Amilcare Ponchielli (1882-1886), Antonio Cagnoni (1888-1896), Emilio Pizzi (1897-1900), il reggiano Guglielmo Mattioli (1900-1909) che attuò la riforma di Pio X, Agostino Donini (1909-1923), Vittorio Moratti (1923-1926, incaricato), Emanuele Mandelli (dal 1926, incaricato per alcuni anni, così dopo di lui altri maestri avventizi), Giuseppe Pedemonti (1950-1994), Valentino Donella (1994-2015).

Dal 2015 è alla guida della nuova formazione della Cappella Musicale composta 16 cantori professionisti (8 titolari e 8 supplenti) il maestro Cristian Gentilini.
Tale formazione cura il servizio musicale liturgico tutte le domeniche e festività dell’anno, configurandosi di volta in volta in vari organici, secondo il repertorio da eseguire. Unita alla precipua attività liturgica vi è quella concertistica e discografica, volta a valorizzare le musiche composte per la Basilica nei secoli passati e a riproporne di nuove.

Il concerto di Regnano, come specificato in apertura, è previsto alle ore 18 (e non alle 21 come si verificava da vari anni) ed è ad ingresso libero.

 

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura