Gualtieri: il Teatro Sociale riapre per la stagione autunnale

Stampa articolo Stampa articolo

Dopo la pausa di agosto, il Teatro Sociale di Gualtieri riaprirà le sue porte per la stagione autunnale 2017 con un ricco programma di prosa e concerti: si comincia giovedì prossimo 31 agosto con Ura il progetto d’esordio di uno straordinario duo italo-albanese (voce Maria Mazzotta, violoncello di Redi Hasa) che porta alla luce i legami possibili tra i repertori che navigano attraverso l’Adriatico unendo i Balcani e i Carpazi con le regioni del Sud dell’Italia.

01_Hasa-Mazzotta

La settimana successiva venerdì 8 settembre tornerà Oscar De Summa con Diario di provincia un monologo che l’attore pugliese sviluppa su un intrigante tessitura narrativa attorno ai protagonisti di un mondo marginale e chiuso, quello del “minuscolo Erchie, provincia di Brindisi, città medioevale, comune d’Europa…”.
Si continua venerdì 15 settembre con il bandonèon di Daniele Di Bonaventura e il suo quartetto Band’Union ( chitarra 10 corde Marcello Peghin, contrabbasso Felice Del Gaudio, percussioni Alfredo Laviano) che esplora le sonorità di un terra di confine tra tango, jazz ed improvvisazione.
Si prosegue la settimana successiva – giovedì 21 settembre e venerdì 22 settembre – con uno spettacolo d’eccezione: il Pinocchio del Teatro del Carretto che inaugurava la programmazione di prosa del Teatro Sociale di Gualtieri il 18 giugno del 2009. “Dopo 30 anni di abbandono sembrava rappresentare la compiuta realizzazione dell’impossibile” afferma Davide Davoli dell’Associazione “L’allestimento era complesso, le scenografie di Graziano Gregori stupefacenti, la regia di Maria Grazia Cipriani geniale. Ora, dopo 9 anni, il Pinocchio del Carretto riprende la tournée, dopo il riallestimento e il successo delle recentissime repliche della Biennale Teatro di Venezia”.
Da giovedì 28 settembre a domenica 1 ottobre andranno in scena sei repliche di Mi richordo anchora viaggio teatrale con Silvio Castiglioni per piccoli gruppi di spettatori sulle tracce della vocazione artistica di Pietro Ghizzardi, uomo umile e incolto, che trova nella pittura, realizzata con materiali di fortuna, il senso della propria esistenza. Il progetto nasce a quattro mani da Giulia Morelli e Silvio Castiglioni mentre le scenografie sono ideate da Nicolò Cecchella.

02_Oscar-de-Summa

Domenica 8 ottobre invece a chiusura della programmazione arriva un concerto d’eccezione: torna infatti ad esibirsi a Gualtieri il musicista, compositore e direttore d’orchestra Ezio Bosso: per la prima volta nella storia del Teatro Sociale il Maestro Bosso dirigerà un’Orchestra da Camera di 24 elementi. “Il Teatro di Gualtieri verrà abitato dalla musica come mai è accaduto prima, dalla musica di grandi compositori del passato e dai brani più celebri del Maestro Bosso, appositamente ri-orchestrati” dice Riccardo Paterlini direttore organizzativo del Teatro Sociale e ancora “Il Maestro Bosso regala un concerto al Teatro Sociale ogni anno, sin dalla primissima riapertura nel 2009. Ogni anno il regalo è stato inestimabile: quest’anno davvero è impossibile trovare il modo adeguato per dire un grazie sufficientemente grande.” Il programma del concerto e i dettagli dell’evento (costo dei biglietti, orari e tutte le altre informazioni) verranno pubblicati sul sito internet e sulla pagina Facebook del Teatro Sociale nei prossimi giorni. Il giorno e l’orario di apertura della vendita dei biglietti verranno resi noti con debito anticipo così da consentire agli spettatori interessati di organizzarsi per tempo per l’acquisto.
A completare la rassegna del Teatro Sociale ci sono anche i due eventi gratuti di Fuoriuscite! la parte di stagione organizzata dal Teatro Sociale in collaborazione con ProLoco di Gualtieri: domenica 10 settembre al pozzo settecentesco di Giovan Battista Fattori in Piazza Cavallotti a Gualtieri si esibirà il Negri Abate Duo (clarinetto Mauro Negri, chitarra Marcello Abate) per una rivisitazione di standard di Cole Porter, George Gershwin, Jerome Kern, Duke Ellington e altri compositori jazz degli Anni ’40 e ‘50. Il 1 ottobre all’Isola degli Internati di Gualtieri si terrà infine il concerto “Johnny meet KGB” (chitarra e voce Johnny La Rosa, basso Stefano Kappa, batteria Gigi Bertolini) con il trio di Johnny La Rosa per un’immersione pomeridiana tra rock, jazz, blues e funk.

Tutte le informazioni su www.teatrosocialegualtieri.it oppure telefonando al 329-1356183 da lunedì a venerdì dalle 18

Pubblicato in Articoli, Slide, Società & Cultura