Gigio, Federica e l’estate

Stampa articolo Stampa articolo

Dal nostro sito www.laliberta.info riprendiamo l’ultima puntata della rubrica online “A bordo campo” di Matteo Daolio, allenatore e giornalista.

Durante l’estate, trovare spunti interessanti per la rubrica sportiva è sempre un po’ ostico: al di là delle bombe di mercato, dei gossip e dei resoconti dai ritiri delle varie squadre, il calcio sembra effettivamente andato in vacanza.
Fortunatamente mi è venuta in soccorso la bellissima notizia dai campionati mondiali di nuoto a Budapest: Federica Pellegrini è diventata per la quinta volta campionessa mondiale dei 200 stile libero. E per chi, come me, deve cercare di raccontare lo sport ai più piccoli è stato come un fulmine a ciel sereno. Già, perché fino a ieri il personaggio che ha tenuto più banco in questa estate è stato il giovane portiere del Milan, Gigio Donnarumma (foto 1). E per l’ennesima volta il calcio ha dato il peggio di sé nel messaggio lanciato ai più piccoli. Il giocatore, infatti, ha scelto di non sostenere l’esame di maturità per andare in vacanza ad Ibiza.
Ora, io che chiedo la pagella ai miei giocatori e non li faccio giocare se vanno male a scuola, cosa gli racconto di fronte alla notizia che un loro quasi coetaneo (Donnarumma ha 18 anni) prende 6 milioni di euro all’anno e anziché andare a fare l’esame è andato in vacanza?
Ogni volta che arrivano notizie così, è come se dovessi ricominciare da capo a parlare ai miei ragazzi. Fortunatamente nello sport esiste quella legge non scritta, la favola per i più romantici, che per trionfare non basta essere i più furbi e i più pagati.
La bellezza di questa favola arriva da Budapest (città che consiglio di visitare), non arriva dai divi del calcio e soprattutto l’ha scritta una donna.

Continua a leggere l’articolo di Matteo Daolio su La Libertà del 5 agosto

Donnarumma

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura