75 anni fa le prime suore carmelitane minori delle Case della Carità

Stampa articolo Stampa articolo

Domenica 16 luglio, festa della Beata Vergine del Carmelo, la Congregazione Mariana della Case della Carità – fondata da mons. Mario Prandi – ricorderà il 75° anniversario della professione religiosa delle prime quattro suore carmelitane minori, giovani provenienti dall’Azione Cattolica.

Suor Maria Giubarelli, suor Gemma Ghini e suor Giuseppina Stefani emisero infatti la professione solenne proprio il 16 luglio 1942 nella chiesa parrocchiale di Fontanaluccia; poche settimane dopo, l’8 settembre – festa della Natività di Maria – fu la volta di suor Lucia Ghini, l’unica ancora vivente e componente della comunità dell’Ospizio Santa Lucia di Fontanaluccia – la casa-madre della Congregazione.

Attuale superiora maggiore delle Carmelitane è suor Ines Talignani.

La importante ricorrenza sarà solennizzata nel corso della solenne concelebrazione eucaristica che don Giuseppe Gobetti presiederà domenica 16 luglio alle 11.15 nella parrocchiale di Fontanaluccia, nel corso della quale ricorderà anche il suo 50° di sacerdozio.

Nel corso della stessa liturgia saranno festeggiati i 50 anni di professione religiosa di suor Silvia, che svolge il suo servizio presso la Casa della Carità di Argine e di suor Roberta presente nella Casa della Carità di San Giuseppe al Migliolungo-Reggio Emilia; inoltre nella celebrazione verrà ricordato il venticinquesimo di professione religiosa di suor Rita, attualmente nella Casa della Carità aperta in Albania.

Al termine della Messa si svolgerà a Fontanaluccia la tradizione processione con la statua della Madonna del Carmine.

g.a.rossi

SrGiuseppina_SrMaria_SrGemma_SrLucia

Le prime quattro suore Carmelitane minori della Case della carità che nel 1942 emisero la solenne professione religiosa. Da sx: suor Giuseppina, suor Maria, suor Gemma, suor Lucia.

 

 

 

Pubblicato in Archivio