Delegazione Cisl Emilia Centrale all’udienza con papa Francesco

Stampa articolo Stampa articolo

C’erano anche una trentina di sindacalisti della Cisl Emilia Centrale all’udienza con papa Francesco, che ha incontrato in Vaticano la Cisl in occasione del congresso nazionale.

«Il sindacato è indispensabile per fare una buona società, stare insieme agli ultimi, nelle periferie, accanto ai giovani, agli immigrati e agli esclusi», ha detto il Papa, che ha invocato un nuovo patto sociale per il lavoro, riducendo le ore di lavoro di chi è nell’ultima stagione lavorativa per fare posto ai giovani.

Nel suo discorso al Santo Padre la segretaria generale della Cisl Annamaria Furlan ha affermato che «il lavoro non è necessario solo per l’economia, ma per la realizzazione della persona, per il riconoscimento della sua reale dignità, per il suo diritto di cittadinanza. Per questo il nostro congresso vuole mettere al centro i temi della crescita economica, di un’Europa sociale e del lavoro, della tutela della famiglia e della maternità, dell’accoglienza e integrazione di quanti – ha concluso la segretaria Cisl – fuggono da guerre, persecuzioni, malattie e fame».

PAPA-FRANCESCO-FURLAN

Pubblicato in Articoli, Associazioni