CeIS in festa a Correggio in favore dell’area minori

Stampa articolo Stampa articolo

Domenica 25 giugno a Villa Sinigalia Della Valle

A Reggio Emilia ogni anno si attuano oltre cento inserimenti di ragazzi nelle comunità educative del territorio. Sono ragazzi che giungono presso le strutture non per loro volontà. Il motivo che determina l’allontanamento del minore dalla propria famiglia è spesso legato ad ostacoli nelle relazioni familiari e a sofferenze nei rapporti tra generazioni. I ragazzi vittime di queste complessità e problematiche devono essere affidati a luoghi terzi, in cui vivere in situazioni di maggior benessere, con meno pressioni e ansie. Le tre comunità per minori e i tre appartamenti ad essi dedicati, avendo alle spalle la pluriennale esperienza del Centro di Solidarietà di Reggio Emilia (CeIS) Onlus, protagonista di numerosi progetti e iniziative improntate all’accoglienza e finalizzate ad aumentare la coesione sociale sul nostro territorio, propongono come oggetto della propria missione la promozione e la tutela della dignità delle persone, l’opportunità di esprimere le proprie necessità e i problemi ma anche di concretizzare le abilità e di mettere in campo le personali risorse in progetti di autonomia personalizzati e rispondenti al proprio progetto di vita.

Le ragazze e i ragazzi possono arrivare al CeIS anche molto presto, a undici, dodici anni. L’accoglienza in comunità non dovrebbe durare più di due anni, giusto il tempo necessario perché le famiglie di origine possano assestarsi ed essere nuovamente pronte ad accompagnare adeguatamente i figli nella loro crescita.
Il tempo vola, come sappiamo, e la vita fa il suo corso. I ragazzi crescono in fretta, siano al giorno magnifico e complicato in cui diventano maggiorenni: adulti per la nostra legislazione.

Leggi tutto l’articolo su La Libertà del 17 giugno

CeIS-in-festa

Pubblicato in Articoli, Associazioni