Un grazie comunitario a don Olivier

Stampa articolo Stampa articolo

Il prete saluta l’unità pastorale Paolo VI e torna in Madagascar

In Madagascar quando un giovane parte per un lungo viaggio chiede la benedizione degli anziani della sua comunità. E così ha fatto don Olivier Randriafanomezantsoa, sacerdote malgascio che dal 25 maggio 2013 vive insieme a don Luciano Pirondini e ora si appresta a rientrare nel suo Paese, nella diocesi di Ambositra, dopo aver completato gli studi in Italia.
Don Olivier il 17 gennaio ha conseguito la licenza in Sacra Teologia con specializzazione in Liturgia Pastorale presso l’Istituto di Liturgia Pastorale “Santa Giustina” di Padova. Il sacerdote ha conseguito il massimo dei voti (Magna cum laude) discutendo la tesi “I riti funebri in Fisakana (Madagascar), approccio liturgico-pastorale ai momenti di benedizione e di comunione. Funerale: iniziazione alla vita eterna”.

Il sacerdote ha accompagnato don Luciano Pirondini nel suo ministero sacerdotale. Fino al 2015 presso le parrocchie di Sacro Cuore, Preziosissimo Sangue e Coviolo e negli ultimi due anni presso l’unità pastorale Beato Paolo VI a servizio delle comunità di San Paolo, Santa Croce, Gavassa e Massenzatico con Pratofontana.

Continua a leggere tutto l’articolo di Emanuele Borghi su La Libertà del 17 giugno

GIUG0168

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana