Primo concorso letterario per ragazzi. Tema: la fragilità

Stampa articolo Stampa articolo

Ragazzi che scrivono di altri ragazzi e ne raccontano, sogni, disagi, fragilità. Parte il primo contest letterario organizzato dall’impresa sociale Con i Bambini, una organizzazione senza scopo di lucro che opera a livello nazionale per attuare i programmi del ‘Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile’ dedicato ai problemi degli adolescenti, con particolare attenzione a coloro che vivono in territori disagiati.

Il concorso è gratuito ed è rivolto ai ragazzi tra i 14 e 18 anni, per l’iscrizione c’è tempo fino al 30 settembre 2017.

L’obiettivo non è solo di far emergere uno spaccato sul mondo adolescenziale, con tutti gli ostacoli economici, sociali e culturali che impediscono ai ragazzi di sviluppare i loro talenti, ma soprattutto quello di dare spazio al loro punto di vista sulla realtà.

Si tratta di raccontare, e di ascoltare, la volontà dei giovani di cambiare le cose, la creatività e i sogni che, “nonostante tutto”, non muoiono e cercano uno sbocco reale, per ridare centralità ai diritti degli adolescenti.

L’iniziativa rientra nell’ambito delle attività di promozione del ‘Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile’ e si propone anche di facilitare il dialogo con la scuola, la famiglia e con una parte di società che non sempre presta la giusta attenzione ad una generazione talmente fluida da risultare a volte invisibile.

A giudicare i lavori sarà una giuria di qualità, composta da scrittori affermati. In fase di selezione dei lavori si terrà conto anche delle segnalazioni provenienti dalla community di 20lines, attraverso preferenze on line. I racconti selezionati faranno parte di una pubblicazione e-book, scaricabile gratuitamente online e distribuita alle istituzioni.

Gli autori dei racconti selezionati, inoltre, parteciperanno all’evento conclusivo del contest letterario a Roma, alla presenza di rappresentanti delle istituzioni, delle fondazioni, del terzo settore, delle scuole e dei ragazzi.

CONCORSO-LETTERARIO

A Reggio Emilia, la Fondazione Manodori ha aderito con 600 mila euro al Fondo, nato da un accordo tra fondazioni di origine bancaria, Forum del Terzo Settore e governo italiano, che mette a disposizione 120 milioni di euro l’anno per tre anni destinati a progetti per la prima infanzia e l’adolescenza, in modo da favorire l’educazione dei minori in situazioni di disagio o difficoltà. Una quota delle risorse sarà ripartita a livello regionale e provinciale, in relazione alle necessità. 

info sul contest  www.conibambini.org o su Facebook

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura