A Ciano d’Enza debutta il Canossa T.I.A.T.E.R.

Stampa articolo Stampa articolo

Domenica 11 giugno alle ore 21,30, al Teatro “Matilde di Canossa”  di Ciano d’Enza, debutta con Storie Impreviste, liberamente tratto da Roald Dahl, Canossa T.I.A.T.E.R., un nuovo gruppo teatrale nato da un’esperienza di laboratorio.

Roald Dahl (1916 – 1990) nasce in Galles da genitori norvegesi. Scrittore, sceneggiatore e aviatore britannico conosciuto soprattutto per i suoi romanzi per l’infanzia. I suoi racconti e i suoi romanzi sono caratterizzati da un finale a sorpresa e dal suo humour nero. “Maestro dell’imprevedibile” è la definizione che più gli si addice. Autore de ‘La Fabbrica di cioccolato’, ‘Matilda’, ‘Il grande gigante gentile’, sceneggiatore dell‘Agente 007.

Storie impreviste è una raccolta di racconti brevi, rivolta agli adulti, pubblicata originariamente nel 1979 . I racconti di Roald Dahl sono perfetti meccanismi narrativi, piccole bombe che esplodono immancabilmente in finali sorprendenti e spiazzanti. Il punto di partenza è la normalità, incontri occasionali, piccole scommesse, gesti comuni, ed ecco, nel finale, il ribaltamento, l’irrisione, la beffa e soprattutto l’imprevisto, che puntualmente riesce a strappare al lettore una risata amara, crudele, ma proprio per questo liberatoria.

Volantino-spettacolo-teatrale

Canossa T.I.AT.E.R , in seguito al laboratorio “Emozioni Teatrali”,  ha scelto quattro racconti di Storie Impreviste per la messa in scena del suo primo spettacolo teatrale:

William & Mary

Palato

L’affittacamere

Cosciotto d’agnello

Gli interpreti della rappresentazione teatrale sono: Simona Cadoppi, Arianna Comastri, Paola Fontanesi, Carla Giroldini, Francesca Ghini, Massimo Mappa e Marco Pioli, i quali si presenteranno al pubblico con la regia di Sandro Tore.

La drammaturgia, cioè la traduzione da un testo narrativo ad  un testo teatrale, è stata realizzata attraverso un percorso di work in progress, dove il testo è stato continuamente contagiato dalla recitazione degli attori, dagli oggetti di scena, dall’azione scenica diventando anch’esso oggetto della messa in scena, cercando di ricreare il clima di humour nero e sorpresa tipiche di Dahl.

La scenografia sobria ed essenziale ha la funzione di far risaltare l’azione drammatica, il carattere dei personaggi, la centralità del ruolo dell’attore nel gioco teatrale. Si tratta di uno spettacolo semplice ma per  molti aspetti ”nuovo”, poco serio, inverosimile e ironico, che snocciola quattro vicende che non si incrociano, ma annodate dal filo comune dello humour nero e dall’imprevisto.

Canossa T.I.A.T.E.R. (Teatro Imprevisto, Allettante, Tumultuoso, Eccentrico,  Ribelle) nasce nel 2016 da  un laboratorio, “Emozioni Teatrali”, che si è svolto a Ciao d’Enza nel Teatro Matilde di Canossa, grazie alla spinta di una associazione di scultori “Canossa Stone”,  presente nel territorio da oltre 25 anni, e dal patrocinio dell’Amministrazione Comunale.

Canossa è la terra in cui è nato il gruppo, una sorta di D.O.T (Denominazione di Origine Teatrale).

Teatro è il luogo privilegiato della creatività del gruppo.

Imprevisto, come impreviste sono le storie della  prima messa in scena del gruppo. Come elemento intrinseco del teatro, che gioca la sua espressione nel qui e ora, con tutte le eventualità del caso. Nell’ incontro col pubblico, pur avendo preparato a puntino lo spettacolo, può sempre succedere, e quasi sempre accade, l’imprevisto.

Allettante, piacevole, divertente, attraente, invitante, seducente, incantevole, affascinante, accattivante, amabile, stuzzicante, appetibile, inebriante vuol essere  il nostro Teatro, senza mai cadere nel puro intrattenimento.

Tumultuoso, mai noioso, con sussulti ritmici improvvisi è la nostra proposta di comunicazione teatrale. Tumultuoso è soprattutto lo spirito con cui si realizzano le nostre comunicazioni teatrali.

Eccentrico, originale, mai banale vuol essere la nostra azione teatrale. Il nostro Teatro è un luogo di arricchimento dello spirito e della mente.

Ribelle, si oppone alle ingiustizie, indomabile alle leggi di mercato, insofferente alla banalità, fiero della propria  originalità è il contenuto del nostro messaggio.

 

Canossa T.I.A.T.E.R. si propone di valorizzare, promuovere, diffondere, lo spettacolo dal vivo, esistente e futuro, attraverso la ricerca di forme possibili e impossibili, realizzando progetti sorprendenti e concreti, trasformando le utopie, i sogni, le invenzioni e i desideri, in piccoli e grandi eventi, effimeri e profondi. Sviluppa la propria creatività attraverso progetti scaturiti da forti emozioni, elaborazioni mentali, fantasie, è un bazar della poesia.

Un sistema di segni fantastici che progetta l’incredibile.

 

Canossa T.I.A.T.E.R. lo fa per gioco, ma con grande professionalità.

 

Per  informazioni: agitalancia@gmail.com – tel. 335.5219091

Pubblicato in Archivio