Gualtieri: al via la rassegna “Fuoriuscite”

Stampa articolo Stampa articolo

Mercoledì sera in Villa Malaspina gli HonoLulu Swing daranno inizio alla programmazione estiva di concerti gratuiti promossa da Pro Loco e Teatro Sociale di Gualtieri

Anche per il 2017 Pro Loco e Teatro Sociale di Gualtieri propongono un’intensa programmazione di concerti gratuiti nei luoghi più belli di Gualtieri.

Si parte questo mercoledì alle ore 21.00 nella splendida cornice di Villa Malaspina, una delle residenze nobiliari più importanti della provincia (aperta in esclusiva per la serata). A colorare la serata sotto le stelle sarà il travolgente gipsy manouche degli HonoLulu Swing, in cui la chitarra ritmica di Carlo Montanari ed il contrabbasso di Luca Pitalobi reggono i virtuosismi della chitarra solista di Lorenzo Vuolo e dei sassofoni di Gabriele Merli.

Il termine manouche è l’autonimo con cui si definiscono le popolazioni romanì presenti nel nord Europa (Francia, Belgio, Germania), ma ha iniziato a definire un vero e proprio genere musicale da quando negli anni ’30 un manouche di nome Django Reinhardt, con il suo Le Quintette du Hot Club de France, mescolando le tradizioni musicali della sua gente con i primi echi della musica afroamericana diede vita a quello che è considerato il primo jazz europeo, dove virtuosismo solista e solida base ritmica si fondono.
Gli HonoLulu swing riprendono ed esplorano questo repertorio. Affascinati dalle storie dei tanti musicisti che nel secolo scorso attraversavano l’Europa, nel rispetto della cultura del “nomadismo”, i quattro musicisti arricchiscono il proprio concerto con brani originali, temi provenienti dal repertorio degli Standard Jazz e arrangiamenti di musiche provenienti da diverse tradizioni riletti secondo l’impronta Gypsy Jazz.
oaamkeffphncoppa
A seguire Fuoriuscite vedrà esibirsi: Comaneci, il 2 luglio alla Lingua Spagna di S. Vittoria; The Rich Men Quartet, il 19 luglio a Pieve Saliceto; Alvaro Quiroga Trio (Colombia) il 5 agosto all’Impianto Idrovoro del Torrione (concerto offerto dal Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale); Negri Abate Duo il 10 settembre in Piazza Cavallotti; Johnny La Rosa meets KGB, il 1 ottobre all’Isola degli internati (in occasione di Viaggio a Gualtieri 2017). Tutto il programma sul sito del Teatro Sociale di Gualtieri (www.teatrosocialegualtieri.it).

Luigi Ferrari presidende della Pro Loco di Gualtieri rispetto alla programmazione di Fuoriuscite! spiega “la nostra associazione ha come scopo primario la valorizzazione del patrimonio monumentale e culturale di Gualtieri. Per questo nel 2015 abbiamo deciso di destinare una parte delle risorse per promuovere una programmazione di concerti gratuiti aperti alla cittadinanza e ai visitatori: è stato un successo, anche grazie alla collaborazione del Teatro Sociale. Da due anni a questa parte i concerti di Fuoriuscite sono divenuti un’appuntamento fisso seguito da centinaia di spettatori. L’edizione 2017 si preannuncia ancora più ricca delle precedenti: per questo invito tutti sin d’ora a non perdersi nemmeno una serata!”

“Fuoriuscite! – aggiunge Davide Davoli, responsabile organizzativo del progetto per il Teatro Sociale – è un invito che viene fatto agli abitanti, affinché godano dei luoghi del loro paese in una cornice inconsueta, animati da piacevoli concerti a ingresso gratuito, in sere di bel tempo.  Un invito a far risuonare vie e cortili, sagrati e piazze, ville e campi, impianti industriali e perfino le lanche del Po.
Un omaggio ai luoghi suggestivi, meno battuti dal via vai quotidiano, ai luoghi segreti o aperti solo in rare occasioni, che Gualtieri può offrire agli abitanti e alle persone in visita. Il nume tutelare degli artisti raminghi che partecipano di questo invito è il pifferaio di Hameiln: all’azione invincibile e tentatoria del pifferaio dei Grimm essi si ispirano per trascinare il pubblico lontano, lontanissimo…”

Fuoriuscite è costruita in collaborazione e con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale. Marcello Stecco, assessore alla Cultura di Gualtieri, individuando il senso e il valore dell’iniziativa chiosa: “Fuoriuscite significa ascoltare buona musica in luoghi suggestivi ma presenti nella memoria popolare: una proposta originale che arricchisce di cultura e di benessere la Comunità”.

“Due le cose da non dimenticare – scrivono gli organizzatori – l’autan, e che i concerti di Fuoriuscite sono gratuiti!”

Pubblicato in Archivio