Preghiera e aiuto per le vocazioni

Stampa articolo Stampa articolo

Da La Libertà del 6 maggio

Martedì sera veglia in Sant’Agostino, il 14 maggio cena benefica

Si tiene martedì 9 maggio alle 21 nella chiesa di Sant’Agostino a Reggio, nel 21° anniversario della morte di don Gigi Guglielmi, la veglia diocesana per le vocazioni “Dal pozzo ai sandali”, animata vocazioni_9dal Servizio per le Vocazioni e dall’Istituto di Musica e Liturgia.

“Ora, in occasione della 54a Giornata Mondiale di Preghiera per le Vocazioni, vorrei soffermarmi sulla dimensione missionaria della chiamata cristiana”, scrive papa Francesco nel messaggio, intitolato “Sospinti dallo Spirito per la missione”, diffuso per questa Giornata. “Chi si è lasciato attrarre dalla voce di Dio e si è messo alla sequela di Gesù – prosegue il testo del Papa – scopre ben presto, dentro di sé, l’insopprimibile desiderio di portare la Buona Notizia ai fratelli, attraverso l’evangelizzazione e il servizio nella carità. Tutti i cristiani sono costituiti missionari del Vangelo! Il discepolo, infatti, non riceve il dono dell’amore di Dio per una consolazione privata; non è chiamato a portare sé stesso né a curare gli interessi di un’azienda; egli è semplicemente toccato e trasformato dalla gioia di sentirsi amato da Dio e non può trattenere questa esperienza solo per sé: «La gioia del Vangelo che riempie la vita della comunità dei discepoli è una gioia missionaria» (Esortazione apostolica Evangelii gaudium, 21)”.

Altra iniziativa è la cena per i seminaristi di domenica 14 maggio: ne parla Matteo Tolomelli nell’articolo sotto.

La Comunità del Seminario vi invita alla cena di beneficenza di domenica 14 maggio che si terrà a Olmo di Gattatico per finanziare il pellegrinaggio in Terra Santa. Chiediamo il vostro aiuto per potere conoscere i luoghi in cui Gesù è nato, ha predicato, è morto per noi ed è risorto. Stupisce sapere che la storia della nostra salvezza passa per una regione così piccola, ma crocevia ricco di storia, etnie, culture; proprio per questo il Salmo 87 esclama “tutti là sono nati” e così abbiamo intitolato la cena. Desideriamo avventurarci per questo ‘quinto vangelo’ e ascoltare il silenzio del deserto, sentire i Rabbini davanti al Muro del Pianto, vedere il sepolcro vuoto… per potere un giorno vedere, sentire, in definitiva amare come Gesù.
Già in questi mesi abbiamo sperimentato la vicinanza di tanti amici che hanno sostenuto questa nostra impresa, vi aspettiamo ancora numerosi (si vedano le indicazioni nel programma riprodotto sopra)!

Matteo Tolomelli

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana