La gente semplice (e dimenticata) che fece la storia di Guastalla e della Bassa

Stampa articolo Stampa articolo

Storia locale: David Salomoni giovedì presenta il suo libro

“Questo libro è stato concepito anche come un ‘servizio’ a livello culturale, da restituire tanto alla mia cittadina, Guastalla, quanto alle altre del circostante territorio, Novellara e Brescello in primis, ma anche Gualtieri e Boretto”. Così David Salomoni, promettente dottorando di ricerca in “Cultura, Educazione, Comunicazione” all’Università degli Studi Roma Tre e in Storia all’Université d’Avignon et des Pays de Vaucluse, introduce al suo libro – “Guastalla e le comunità della Bassa nel tardo Medioevo”, pubblicato da Antiche Porte Editrice (182 pagine, 14 euro) – che giovedì 4 maggio viene presentato alla comunità attraverso un incontro pubblico con l’autore, in programma alle 21 in Maldotti. David, poco più che trentenne, ma con già una solida formazione di ricercatore storico alle spalle, le fonti dirette di questa sua fatica editoriale se le è andate a cercare negli Archivi di Stato di Milano, Modena, Mantova, Parma, Reggio, nell’Archivio Storico comunale di Novellara, in quello vescovile di Guastalla e presso le Biblioteche Trivulziana di Milano e, naturalmente, Maldotti di Guastalla.

Continua a leggere tutto l’articolo di Matteo Gelmini su La Libertà del 6 maggio 

DavidSalomoni3

Pubblicato in Archivio