Camisasca: Chiesa, «La straniera»

Stampa articolo Stampa articolo

Nel nuovo libro il Vescovo punta al cuore dell’esperienza cristiana

La Chiesa è diventata una sconosciuta per l’uomo contemporaneo, una straniera, come ha scritto il poeta T. S. Eliot più di ottant’anni fa, nei Cori da “La Rocca”. Si parla poco di lei, o meglio, se ne parla in termini politici o scandalistici, perdendo il senso della Chiesa come corpo di Cristo, indissolubile dalla sua persona. E allora come comprendere oggi chi è la Chiesa? Come cercare e amare il suo volto nella storia? Massimo Camisasca risponde a queste domande puntando al cuore dell’esperienza cristiana: la bellezza dell’amicizia con Cristo. Lo fa ripercorrendo la nascita della comunità ecclesiale al tempo di Gesù, a partire dai primi che lo incontrarono: Maria, i discepoli, le donne, gli apostoli. “Lo scopo di questo piccolo libro – spiega monsignor Camisasca – è di far amare il corpo di Cristo. Non si può amare Cristo se non si ama la Chiesa”.
Il volume “La straniera – Meditazioni sulla Chiesa” (Edizioni San Paolo, 122 pagine, 14 euro), già disponibile nelle migliori librerie, verrà presentato giovedì 4 maggio alle 18 presso la Libreria all’Arco di Reggio, alla presenza dell’autore, in un incontro coordinato da Edoardo Tincani che vedrà gli interventi di don Daniele Moretto e Corrado Zoppi e le letture di Isabelle Adriani e Enrico “Chicco” Salimbeni (programma nel box).
Di seguito pubblichiamo un estratto dalla prefazione del libro, firmata da monsignor Erio Castellucci.

Il volume dell’amico vescovo Massimo punta al cuore dell’esperienza cristiana. Non si perde nelle cose secondarie, ma recupera la bellezza dell’amicizia con Gesù nella Chiesa: anzi, dell’amicizia con Gesù che fa la Chiesa. Mano a mano che scorrono sotto gli occhi, queste pagine ravvivano il desiderio di camminare con i discepoli e le donne, di abitare con Gesù nelle case in cui ha dimorato, di ascoltare le parole del Maestro e osservare i suoi incontri, di inserirsi tra i primi testimoni della sua risurrezione. Ho letto il testo verso la fine dell’estate…

Continua a leggere l’estratto della prefazione del libro firmata da monsignor Erio Castellucci su La Libertà del 29 aprile

LaStraniera-slider

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana