Damiano Scalabrini è “Il Simpaticissimo 2017”

Stampa articolo Stampa articolo

Stupore, soddisfazione e amore per il teatro. È quanto traspariva dal volto di Damiano Scalabrini quando è stato eletto Il Simpaticissimo 2017 nell’ambito dell’omonima manifestazione, che è giunta alla diciassettesima edizione e si è tenuta domenica 9 aprile a conclusione della XXVI Rassegna di Teatro Dialettale del Corso di Rivalta. Il Premio Simpatia della compagnia Fnil Bus Theater ha trionfato con lo spassoso sketch Praticello Got Talent, che l’artista ha interpretato insieme al fratello Alessandro, altro talentoso membro del gruppo di Gattatico.

DScalabrini_SketchIlSimpaticissimo2017

Damiano Scalabrini

La pacifica competizione all’insegna del divertimento è stata presentata da Giancarlo Baroni de Il Muretto, la formazione padrona di casa, e ha riunito i nove Premio Simpatia delle altrettante compagnie che si sono esibite in abbonamento durante la Stagione 2016-2017. La sala alle porte della città, infatti, ha organizzato un cartellone di dieci titoli realizzati – tra ottobre e aprile – grazie al sostegno di vari esercizi locali e all’ormai consolidata collaborazione con Il Resto del Carlino. Gli spettatori delle singole rappresentazioni hanno eletto gli attori più esilaranti in modo scritto, anonimo e volontario, individuando così i concorrenti de Il Simpaticissimo 2017, che, con un assente giustificato, si sono esibiti in base all’ordine sorteggiato a inizio serata, alle 21. Ha rotto il ghiaccio Marisa Vignali de Gli Artristi di San Cesario sul Panaro, in provincia di Modena, che ha proposto La petnadora insieme a Elide Marchetti, scenetta alla quale è seguita L’Adelina, l’intervento di Rina Mareggini della Compagnia Teatro Nuovo di Scandiano. Alessandra Gemelli ha presentato BeB-Basilio e Benita: insiem par la vita con Gabriele Maretti, Paolo Bartoli e Lorenzo Maretti, ovvero altri tre componenti del Gruppo Teatro Aperto di Moglia, nel mantovano, mentre Matteo Bartoli del Teatro Distillato di Reggio Emilia è tornato sul palcoscenico di Via Sant’Ambrogio con Dov’è finito Poppo. Applausi scroscianti anche per la seconda tranche di sketch, che è iniziata con Un volo difficile, il contributo di Antonio Guidetti dell’Artemisia Teater, altra formazione reggiana, il quale ha preceduto la performance di Damiano Scalabrini della compagnia Fnil Bus Theater di Gattatico, affiancato da Alessandro Scalabrini. Andrea Zanni de I Fiaschi di Novellara ha divertito con La classe degli asini, che ha interpretato con Annalisa Davoli, Silvia Bigi, Cristiano Bocchi e Fabio Ferretti. L’intervento conclusivo è stato Me a pegh, che Simone Francia di Qui’d Cadrós di Cadiroggio ha proposto con Vittorio Castagni e Ilaria Iori.

FotoGruppoIlSimpaticissimo2017

Durante lo spoglio dei voti è intervenuto Don Antonio Romano, collaboratore dell’Unità Pastorale Padre Misericordioso, che è stato applaudito anche da Matteo Catellani, segretario provinciale e regionale dell’ANSPI di Reggio Emilia.

Vincitore con 14 preferenze – scritte e anonime – su 47 abbonati votanti, Damiano Scalabrini ha ricevuto la targa de Il Simpaticissimo 2017 dalle mani di Stella Bonfrisco, collaboratrice della redazione reggiana de Il Resto del Carlino, quotidiano che ha patrocinato l’iniziativa.

Pubblicato in Articoli, Slide, Società & Cultura