Gmg diocesana: giovani in cammino

Stampa articolo Stampa articolo

Domenica 9 aprile a Sant’Ilario la Gmg diocesana

 

Abbiamo chiesto a don Giordano Goccini, responsabile del Servizio diocesano per la Pastorale Giovanile, di introdurci alla Gmg diocesana di domenica 9 aprile a Sant’Ilario.

Evoca di nuovo l’insolita immagine del divano, papa Francesco, nel suo messaggio ai giovani per la Gmg 2017, e la utilizza per descrivere la sollecitudine di Maria di fronte al bisogno dell’anziana cugina Elisabetta.

“Maria si alza e va in fretta a visitare la cugina Elisabetta, che è al sesto mese di gravidanza (cfr 1,36.39). Maria è giovanissima; ciò che le è stato annunciato è un dono immenso, ma comportagmg2017 anche sfide molto grandi; il Signore le ha assicurato la sua presenza e il suo sostegno, ma tante cose sono ancora oscure nella sua mente e nel suo cuore. Eppure Maria non si chiude in casa, non si lascia paralizzare dalla paura o dall’orgoglio. Maria non è il tipo che per stare bene ha bisogno di un buon divano dove starsene comoda e al sicuro. Non è una giovane-divano! Se serve una mano alla sua anziana cugina, lei non indugia e si mette subito in viaggio.
È lungo il percorso per raggiungere la casa di Elisabetta: circa 150 chilometri. Ma la giovane di Nazareth, spinta dallo Spirito Santo, non conosce ostacoli. Sicuramente le giornate di cammino l’hanno aiutata a meditare sull’evento meraviglioso in cui era coinvolta. Così succede anche a noi quando ci mettiamo in pellegrinaggio: lungo la strada ci tornano alla mente i fatti della vita, e possiamo maturarne il senso e approfondire la nostra vocazione, svelata poi nell’incontro con Dio e nel servizio agli altri” (Messaggio per la Gmg 2017).

Il cammino, il movimento verso l’altro, il pellegrinaggio sono dunque per papa Francesco gli ambienti ideali della scoperta di sé e della propria vocazione. Quasi a dire che la malattia del nostro tempo e dei nostri giovani non sono le avverse congiunture che rendono più arduo il percorso, ma la paralisi interiore che li parcheggia nel vuoto, la corrente che li spiaggia sui divani pieni di comfort e tecnologia.
Ecco perché ci metteremo in cammino con tutti i giovani della Diocesi, nella domenica delle Palme. Anzitutto scoprendo insieme al vescovo Massimo le grandi cose che si nascondono nell’infinitamente piccolo. Grazie ai giovani di Sant’Ilario e di Praticello-Campegine rivivremo nelle chiamate di Francesco e di Paolo il desiderio di seguire le orme del Maestro.

Giordano Goccini

Pubblicato in Archivio