Grazie al PSR il Parco Nazionale valorizza il suo patrimonio

Stampa articolo Stampa articolo

Il Parco Nazionale, grazie al Programma di sviluppo rurale 2014-2020, si prepara a diversi interventi, in collaborazione con i Consorzi Forestali, che nell’alto Appennino reggiano  riguardano, in particolare, il Lago Calamone-Ventasso e la riqualificazione dei rifugi Rio Re, Pratizzano e Città di Sarzana al Passo del Lagastrello, crocevia tra le province di Massa-Carrara, Parma e Reggio Emilia.

I lavori dovranno essere avviati entro la fine di settembre 2017 e completati entro il 2018. 

L’obiettivo è quello di migliorare la fruizione di aree a servizio dell’escursionismo e del turismo in zone ad elevato pregio naturalistico, come laghi, rifugi, percorsi didattici e zone boschive, accrescendo così il valore paesaggistico e naturalistico di un’area riconosciuta Riserva di Biosfera dall’UNESCO.

Un intervento molto importante riguarda il Lago Calamone-Ventasso intorno al quale verrà realizzato un sentiero che permetterà di percorre il lungo lago in modo facile ed accessibile anche a chi presenta problemi di disabilità o deambulazione. Verranno eseguiti anche lavori di manutenzione del sentiero CAI 667 Montemiscoso-Monte Ventasso  e sul patrimonio forestale nell’area attigua al rifugio.

Al rifugio Rio Re verrà realizzata una porta di un accesso per i disabili, mentre nell’area attigua saranno eseguiti lavori di manutenzione boschiva e di risistemazione della zona ricreativa.

Al rifugio Pratizzano verrà ridisegnata la viabilità, limitando la possibilità di entrare con autoveicoli. Verrà eseguita la manutenzione del sentiero CAI 677 Pratizzano-Monte Ledo al fine di incentivare le passeggiate a cavallo e MTB. Saranno compiuti, inoltre, interventi forestali di diradamento della pineta nell’area attigua al rifugio.

Il rifugio Città di Sarzana e il bivacco invernale sempre aperto, posti in località Lago di Monte Acuto, necessitano di opere di manutenzione straordinaria, sia per la lastricatura esterna che per opere murarie di rifacimento della scala di ingresso, così come è necessario il taglio dei faggi a ridosso del rifugio che interferiscono con l’utilizzo della struttura. Gli interventi che verranno eseguiti prevedono anche la manutenzione del sentiero CAI 657 B-SD (da Miscoso SS PP del Lagastrello) e quello che porta dal Passo del Lagastrello alle Quattro Fagge in modo che intorno al rifugio sia rafforzi una rete di percorsi alternativo alla strada asfaltata, percorribili a piedi, a cavallo e in MTB, incentivando così l’escursionismo e il cicloturismo.

Nella municipalità di Ligonchio sono previsti, infine, la messa in sicurezza dei sentieri Ligonchio-Il Monte di Ligonchio e  Presa Alta-Cascate del Lavacchiello per l’aumentarne il valore naturalistico e la fruizione.

Rifugio_

 

Pubblicato in Articoli, Associazioni