Lettera alla Diocesi nel centenario di Fatima

Stampa articolo Stampa articolo

Lettera del vescovo Massimo alla Diocesi

Pellegrinaggio diocesano la sera del 13 maggio

Carissimi, fin dall’inizio del 2017, pensando al centenario delle apparizioni della Madonna di Fatima, come annunciato nella Messa del “Te Deum” in Ghiara il 31 dicembre scorso e nella Messa della Santa Madre di Dio in Cattedrale il giorno successivo, ho espresso il vivo desiderio di consacrare la nostra Diocesi e la nostra terra al Cuore Immacolato di Maria. Carissimi,
fin dall’inizio del 2017, pensando al centenario delle apparizioni della Madonna di Fatima, come annunciato nella Messa del “Te Deum” in Ghiara il 31 dicembre scorso e nella Messa della Santa Madre di Dio in Cattedrale il giorno successivo, ho espresso il vivo desiderio di consacrare la nostra Diocesi e la nostra terra al Cuore Immacolato di Maria, sulle orme dei miei venerati predecessori, il Vescovo di Reggio Beniamino Socche e il Vescovo coadiutore di Guastalla Angelo Zambarbieri, che insieme pronunciarono l’atto di consacrazione all’imbrunire di quel sabato 27 giugno 1959, dopo tre giorni di sosta nella nostra Città della piccola statua della Madonna proveniente dal Santuario portoghese di Fatima.

Così, dopo averne parlato coi miei Vicari foranei, indìco un pellegrinaggio a Reggio da tutti i Vicariati e dai Santuari mariani della Diocesi, per la sera di sabato 13 maggio, giorno proprio del centenario delle apparizioni ai Pastorelli e in comunione con Papa Francesco che sarà in visita al Santuario di Fatima il venerdì 12 e sabato 13.
Alle 21 partiremo dal sagrato della Basilica della Ghiara e, recitando il Santo Rosario, faremo la fiaccolata verso Piazza Duomo. Cammineremo tutti – Vescovo, sacerdoti, diaconi, religiosi, religiose, consacrati, fedeli, Case della Carità, aggregazioni laicali e movimenti, ammalati e volontari dell’UNITALSI e del CVS, membri dei gruppi di preghiera, – seguendo la statua della Madonna Pellegrina, come nelle indimenticate Peregrinatio Mariae negli anni del dopoguerra.
In Piazza Duomo, davanti alla Chiesa madre di tutti i fedeli reggiano-guastallesi, pronuncerò l’Atto di affidamento a Maria, concluso dal canto dei fedeli e dal suono delle campane, invocando insieme per l’intercessione materna della Vergine la pace sul mondo intero.

Invito fin da ora tutte le comunità a prepararsi spiritualmente, in attesa di raggiungervi entro Pasqua con un mio messaggio sul significato di rinnovare nei nostri giorni questo gesto di consacrazione, a cui ci prepareremo insieme anche nella festa del primo Miracolo della Madonna della Ghiara, sabato 29 aprile al Pontificale delle ore 11.

In Gesù e Maria, vostro

+ vescovo Massimo

 

DSC_1078

 

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana