Al via “Pausa Pranzo” 2017

Stampa articolo Stampa articolo

Consolidando l’intensa esperienza degli anni passati, anche quest’anno la chiesa seicentesca di Sant’Agostino di Reggio Emilia che affaccia sulla piazzetta del Liceo Classico Ariosto apre le sue porte e protende la sua soglia in occasione della settima edizione di “Pausa Pranzo: non di solo pane…”.
“Pausa Pranzo” è un momento di condivisione allargato a tutto coloro che sentano, nella agitazione frenetica della corsa quotidiana, la necessità o il desiderio di fermarsi. Nel frammento ritagliato della pausa pranzo che va dalle 13.30 alle 13.50, per venti minuti, lo spirito sarà condotto dagli strumenti dell’arte ad assaporare un nutrimento impalpabile e ristoratore.

A partire da giovedì 16 marzo, per quattro settimane, tutta la cittadinanza è invitata a partecipare a questo breve momento di incontro, occasione per riscoprire il piacere di un tempo rallentato nel quale si potrà stare in ascolto e tendere l’orecchio.

Pausa Pranzo 2016_Ioana Carausu

L’edizione 2017 è dedicata al tema della comunità come insieme di persone in relazione all’interno della città.
Nella città si concentrano le attività terziarie e commerciali, la City; ad essa si mescolano passanti e impiegati che, grazie allo sviluppo della tecnologie informatiche, possono oggi vivere la città nella sua nuova dimensione di Smart City o città intelligente. Questa non è la città wireless, bensì il luogo fisico delle comunità, fatta di persone, poste in relazione, dentro ai quartieri. Il concetto di comunità ritorna oggi in veste aggiornata come indispensabile connotato per una recuperata solidarietà sociale e fondamento per un approccio sostenibile del vivere urbano.

Pausa Pranzo è una composizione che spazia dalla musica, al canto, alla poesia: in questa edizione l’Istituto Diocesano di Musica e Liturgia, con il direttore e flautista Giovanni Mareggini e gli altri insegnanti della scuola, curerà tutta la parte musicale. Ogni giovedì si ascolterà la lettura di un testo proveniente dal carcere (voce Cecilia Caselli) e di una poesia (lettura a cura degli studenti del laboratorio teatrale del Liceo Classico Ariosto). Il cammino di Pausa Pranzo sarà accompagnato inoltre quest’anno da quattro disegni della Via Crucis dell’artista Nani Tedeschi. Le opere, tutte “disegno a penna su cartoncino avorio”, anno 1989 – sono state gentilmente concesse dall’artista e provengono dalla Chiesa di Santa Teresa di Reggio Emilia.

Tutti gli eventi si terranno presso la Chiesa di Sant’Agostino di Reggio Emilia. La facciata, in stile barocco, tutta in cotto, risale al 1746 su disegno dell’architetto Alfonso Torreggiani e presenta due nicchie con all’interno le statue di San Guglielmo e San Nicola da Tolentino. L’interno, composto da una sola navata con volte a botte e a vela, fu completamente rifatto tra il 1645 ed il 1666 su progetto dell’architetto Gaspare Vigarani. La chiesa si affaccia sulla Piazzetta Cardinal Pignedoli ed è perciò contigua al Liceo Classico Ludovico Ariosto.
PROGRAMMA

1° appuntamento / Giovedì 16 marzo 2017 (ore 13.30-13.50)
pianoforte Giulia Catellani (allieva IDML studentessa universitaria)

2° appuntamento / Giovedì 23 marzo 2016 (ore 13.30-13.50)
flauto Elisabetta Bertocchi (allieva IDML dottoranda)
pianoforte Nadia Torreggiani (docente IDML)

3° appuntamento / Giovedì 30 marzo 2016 (ore 13.30-13.50)
violino Laura Bertocchi (allieva IDML studentessa universitaria)
pianoforte Giulia Catellani (allieva IDML studentessa universitaria)

4° appuntamento / Giovedì 6 aprile 2016 (ore 13.30-13.50)
chitarra Giorgio Genta (allievo  AFAM docente IDML)

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana