“Fragili Guerriere”: in via Roma il festival delle artiste

Stampa articolo Stampa articolo

A Reggio Emilia, dal 10 al 12 marzo, va in scena una rassegna di eventi dedicate alle diverse arti. Mostre fino al 26 marzo

Dal 10 al 26 marzo, da un capo all’altro di via Roma, dalla Ghirba alla Gargotta passando per appartamenti e negozi, si terrà “Fragili Guerriere – Chiamata alle arti”, un piccolo ma prestigioso festival di arte delle donne. L’evento, ideato da Daniela Rossi, curatrice di eventi di poesia e arte, con la collaborazione della critica d’arte Stefania Provinciali per la mostra di fotografe alla Gargotta e dell’artista Lorenza Franzoni con la consulenza di Mariaelena Raimondo per l’ installazione “Credenza” alla Ghirba, è organizzato con la collaborazione del Comitato dei cittadini di via Roma, delle osterie Ghirba e Gargotta del Popol Giost, di Remida (Centro di Riciclaggio Creativo).

Fragili Guerriere è un movimento poetico-artistico fondato da Daniela Rossi e Rosaria Lo Russo nel 2010; le fragili guerriere cui si ispira sono due grandissime poete del novecento, Amelia Rosselli e Patrizia Vicinelli. Ma è anche un work in progress (Roma, Parma, Firenze, Reggio Emilia), che indaga le varie espressioni dell’arte delle donne, dalla poesia all’arte visiva, dal teatro alla musica: l’obiettivo è ricercare e promuovere le diverse forme d’arte con mostre, convegni, concerti e spettacoli.

All’appello di “Fragili Guerriere – Chiamata alle Arti” a Reggio Emilia, hanno aderito artiste diverse tra loro per tecniche e per tematiche, con opere di pittura, poesia visiva, fotografie e installazioni, che hanno in comune la poetica del linguaggio e dell’immaginario femminile, l’ironia, il coraggio, e la volontà di preservare la memoria testimoniando il presente. È un mondo disarticolato, un mondo che viene ricomposto in questa mostra e che intreccia nuove relazioni.

Le artiste si muovono tra illusione e realtà, tra il mondo interiore femminile e le sue ossessioni, cercano il cambiamento nell’incontro con identità differenti, parlano della cronaca e della storia, di icone e di feticci, di umanità e natura. È un paesaggio sospeso tra coscienza e sogno, politica e utopia.

L’appuntamento di Reggio Emilia si inserisce in una fitta rete di eventi creata e fortemente voluta dai cittadini, che sentono l’esigenza di trasformare i propri spazi quotidiani attraverso l’arte. Ormai da qualche anno, via Roma rappresenta un laboratorio socio-creativo partecipato dove abitanti e commercianti della via sono co-organizzatori dell’evento – tutti a titolo volontario – e partecipano attivamente all’accoglienza degli artisti che scelgono di trascorrere qualche giorno nel quartiere.

In concomitanza con lo spettacolo del 26 marzo, l’elettrorumorista Eva De Adamo si fermerà per una settimana in via Roma nell’ambito di una residenza d’artista volta a realizzare un’opera sonora sul quartiere che confluirà nell’App Via Roma Trip. Durante il soggiorno Eva offrirà alla città una serata di ascolti e approfondimenti dal titolo “Il Rumore in Musica” presso Il LABART, Vicolo Venezia, giovedì 23 marzo e un dj set live a Ghirba per la serata del 25 marzo.

Antonella Bukowaz_bassa

Antonella Bukowaz

Un calendario ricco di eventi

Il 10 marzo, il vernissage a Ghirba prevede il concerto poetico musicale di Patrizia Mattioli, compositrice e musicista. Un omaggio alla poeta Amelia Rosselli, con giochi fonetici e suoni che si infrangono.

L’11 marzo, al B&B Sottotetto, nel reading Poesia Guerriera, Rosaria Lo Russo leggerà testi suoi e di Amelia Rosselli e Patrizia Vicinelli.

Il 12 marzo, in una casa privata in via Roma 39, verranno proiettati alcuni video delle artiste di Fragili Guerriere. Sul terrazzo, sarà possibile partecipare al bookcrossing “Salvato da REMIDA: Lascia la prosa per la poesia”: si può scegliere un libro di poesia da portare a casa, lasciando in cambio un libro di prosa.

Il 26 marzo alle 18, la chiusura delle mostre avverrà alla Gargotta con una performance per rime e rumori con elettro-ramificazioni, con Antonella Bukovaz (testi e voce) e l’elettrorumorista Eva De Adamo.

Dal 10 al 26 marzo è possibile visitare le seguenti mostre: vetrina d’artista al negozio di colori Vecos, video di Silva Nironi; mostra d’arte visiva alla Ghirba biosteria; mostra fotografica alla Gargotta del Popol Giost.

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura