“Piccolissimo”, tre appuntamenti di teatro di figura per i più piccoli

Stampa articolo Stampa articolo

Dopo la prima esperienza di “Figure da Grandi”dello scorso ottobre, il Centro Teatrale MaMiMò, l’Associazione 5T e la Fondazione Famiglia Sarzi propongono una nuova rassegna di Teatro di Figura, questa volta dedicata ai più piccoli

Il teatro è un grande contenitore di linguaggi espressivi attraverso il quale scoprire e allenare le infinite potenzialità individuali attraverso il corpo, la mente, i sensi e il cuore. E perché non farlo fin da piccolissimi? Magari insieme a tutta la famiglia? La Fondazione Famiglia Sarzi, l’Ass.ne 5T e il Centro Teatrale MaMiMò, propongono “Piccolissimo. Rassegna di Teatro di figura dagli 0 anni a…”. Tre spettacoli di figura e narrazione che andranno in scena domenica 5 e 26 marzo, e domenica 9 aprile al Teatro Piccolo Orologio di Reggio Emilia.

L’originalità e l’unicità del progetto, nel panorama cittadino, si concretizza nell’aver selezionato proposte dedicate ad un pubblico di piccolissimi, realizzate in un teatro che per sua natura e LOCANDINA-PICCOLISSIMOdimensione è particolarmente adatto ad accogliere i piccoli spettatori in una dimensione intima e raccolta: il Teatro Piccolo Orologio. La scelta di spettacoli di figura e narrazione valorizza la molteplicità dei linguaggi e la missione della Fondazione Sarzi: di cura, ricerca e conservazione legata al mondo del teatro di animazione e al lascito di Otello Sarzi.

La proposta dialoga con una città che ha dedicato da sempre particolare attenzione alla progettazione culturale 0-6 anni e con l’esperienza consolidata di programmazione teatrale per le famiglie, realizzata da 5T, da sempre attenta alla fascia dei più piccoli. Gesto, suono, movimento e immagine saranno i codici privilegiati per raccontare e coinvolgere i più piccoli.

L’immediatezza comunicativa e la pluralità dei linguaggi permetteranno ad ogni bimbo spettatore di avvicinarsi al teatro, la conoscenza degli artisti dei vissuti e delle esperienze della prima infanzia favoriranno l’incontro, l’ascolto delle emozioni e la partecipazione attiva.

Si comincerà domenica 5 marzo alle ore 17.00 con IL GIARDINO, di e con Giorgio Gabrielli.

Un animatore di ombre cinesi e pupazzi ed un musicista rumorista racconteranno attraverso il favoloso mondo delle suggestioni visive e sonore una semplice storia. Due signori si presentano: quello con il pentolino in mano parla di luce, di notti e luoghi misteriosi; l’altro, circondato da oggetti strani e curiosi, riesce addirittura a fare arrivare un temporale. Proprio con queste cose i due signori iniziano ad esplorare tra fili d’erba e fiori ed eccoci in un luogo magico dove incontreremo animali e ascolteremo suoni del mondo della fantasia.

Il gatto, il bruco ingordo, le luccioline rosse e la farfalla ci accompagneranno attraverso la storia che è scandita dallo scorrere della giornata, augurandoci in fine la buona notte.

Favole in tavola - www.mamimo.it

Favole in tavola

Domenica 26 marzo, sempre alle ore 17.00, sul palcoscenico di via Massenet salirà Alice Melloni con IL PESCIOLINO D’ORO. Lo spettacolo, curato da Roberto Piaggio, è tratto da una fiaba popolare raccontata da Aleksandr Puškin, ripresa anche dai fratelli Grimm con il titolo Il pescatore e sua moglie. Sulle rive del mare, in una vecchia piccola capanna, viveva un pescatore assieme a sua moglie. Vivevano in grande povertà: lui ogni mattina andava a pescare con la sua rete, lei si sedeva davanti alla porta a filare e lo aspettava per cucinare il pesce che lui portava. Finché un giorno…

Il Giardino - www.mamimo.it

Il Giardino

 

Peculiarità dello spettacolo è la scenografia, agile e colorata, costruita con il legno recuperato sulla spiaggia, a evocare la presenza del mare, così importante nella storia.

Pina Irace e le sue FAVOLE IN TAVOLA, chiuderanno la rassegna domenica 9 aprile alle ore 17.00. Cose buone e cattive da mangiare, paesi di grassoni e leoni affamati, ricette speciali e polpettine di parole verranno raccontate in tante storie che hanno come tema principale il cibo. Mangiare le favole non fa venire mal di pancia. Puoi mangiarne quante ne vuoi e hanno sempre un gusto diverso. Sono fatte di parole e di voci, di musica e silenzi e sono leggere come la fantasia.

Biglietti spettacoli: 5€ prezzo unico – gratuito per bimbe e bimbi dagli 0 ai 12 mesi.

Prenotazioni: 0522- 383178 dal lunedì al venerdì dalle 9:30 alle 13:30 e dalle 14:30 alle 18:30, biglietteria@teatropiccolorologio.com,

Informazioni su www.mamimo.it, www.cinqueti.net, www.fondazionefamigliasarzi.it

 

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura