AVO e bambini per i malati: «Una lettera per dirti che…»

Stampa articolo Stampa articolo

Da La Libertà dell’11 febbraio 2017

Il progetto nelle scuole è giunto all’ottava edizione

Sabato 11 febbraio, Giornata Mondiale del Malato, i volontari Avo di Reggio Emilia distribuiranno ai degenti dei reparti di Medicina, Medicina Oncologica, Geriatria, Neurologia, Medicina Fisica e Riabilitativa, Pediatria, PS Pediatrico, Medicina d’Urgenza e Pneumologia – dell’Arcispedale Santa Maria Nuova – le lettere realizzate dagli alunni delle scuole della città di Reggio che hanno partecipato al progetto volontari insieme A VOi…

CS_GiornataMondialeMalato2017 copia-2

Il progetto, giunto alla sua 8a edizione, e che quest’anno ha il tema “una lettera per te, per dirti che…”, intende permettere agli alunni, mediante la realizzazione di un elaborato grafico, la possibilità di essere “volontario Avo per un giorno” donando (simbolicamente e attraverso il proprio elaborato) a ciascun malato la propria lettera a rappresentazione di un sentimento o di un gesto di solidarietà.

Gli alunni delle classi aderenti al progetto hanno letto in aula, supportati dai propri insegnanti, il testo narrativo “Il Mago Alfabeto” (appositamente scritto da Gulli Morini per l’occasione), scoprendo che per mezzo delle parole possiamo comunicare anche le cose che non si vedono, come ad esempio il significato dei nomi delle persone. Il Mago Alfabeto ha raccontato che “… se con i gesti possiamo descrivere di aver fame e sonno, di essere felici oppure tristi, senza le parole non riusciamo a far capire che ci chiamiamo Chiara o Filippo. Ma non riusciamo nemmeno a dire «ti voglio bene», oppure «mi piaci», «stai qui a farmi compagnia».
Le parole dei sentimenti, soprattutto, sono potentissime parole magiche. Con poche lettere dette o scritte possiamo far star meglio tantissime persone, senza bisogno di aver studiato magia per tanti anni come ho fatto io”.

Al progetto, a cui è stato concesso il patrocinio gratuito del Comune di Reggio Emilia, dell’Azienda Ospedaliera Santa Maria Nuova, del CSV DarVoce, dell’Avo Regionale Emilia Romagna e della Federavo, hanno aderito le scuole dell’infanzia Ciari e Pascoli, le scuole primarie Marconi, Morante, Carducci, Pascoli, Negri, Bergonzi, Tassoni, Tricolore, Leopardi, Verdi, Valeriani, Ferrari di Reggio Emilia e Pezzani di Albinea, la scuola secondaria di 1° grado Fontanesi, per un totale di 2.600 alunni.

Silvia Paglia

Pubblicato in Articoli, Associazioni