Annus Lutheranus: «dal conflitto alla comunione»

Stampa articolo Stampa articolo

Nel 500° anniversario della Riforma protestante

Si può dire che l’anniversario celebrativo sia già iniziato a Lund, città della Svezia meridionale, posta entro la Regione della Scania, lo scorso 31 ottobre con l’incontro di papa Francesco e la Federazione Luterana Mondiale (foto) per commemorare il 500° anniversario dell’inizio della Riforma protestante che cade nel mercoledì 31 ottobre 1517, quando Martin Lutero affisse le 95 Tesi alle porte della chiesa del castello di Wittenberg. Ad accogliere il Papa, l’arcivescovo di Uppsala, primate Luterano di Svezia che attualmente è una donna, Antje Jackelén. La “Common Prayer” (Preghiera Comune Ecumenica) si è svolta con una solenne celebrazione nella Domkyrkan, programmata sulla guida liturgica cattolico-luterana di recente pubblicazione, costituita sul documento “Dal conflitto alla comunione”. Certamente la Cattedrale, sede della prestigiosa Università, rimane la chiesa luterana più antica e importante di Lund.

L’assemblea, avvenuta proprio all’interno di quel gran capolavoro dell’architettura romanica-nordica, tanto ammirata dai turisti soprattutto per il suo trecentesco orologio astronomico della facciata con la sfilata dei Magi a ogni batter d’ora, ha evidenziato soprattutto i 50 anni di continuo dialogo ecumenico fra cattolici e luterani, imperniato sui temi del pentimento e del forte impegno della testimonianza. Con il gesto ecumenico di papa Francesco si apre l’anno dedicato a Lutero e alla sua opera.

Leggi tutto l’articolo di Luigi Mignoli su La Libertà del 28 gennaio

Lunds_domkyrka1

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura