Ogni anno nel mondo nascono 119.000 bambini affetti da sindrome di alcolismo fetale

Stampa articolo Stampa articolo

Uno studio del Centro per la Dipendenza e la Salute Mentale del Canada ha reso note le prime stime, a livello mondiale, del numero di donne che bevono alcol durante la gravidanza.

Secondo i dati pubblicati nel The Lancet Global Health, si tratta di circa il 10%, e ogni anno 119 mila bambini nascono con la sindrome di alcolismo fetale dovuto al consumo. Dallo studio – come riferisce Fides News – emergono grandi differenze tra regioni e Paesi. In alcuni si stima che oltre il 45% delle donne bevono alcol durante la gravidanza. In altri come il Canada, dove sono forti le indicazioni cliniche a favore dell’astinenza durante questo periodo, si stima che il 10% continui a bere. Le conseguenze più gravi fanno si che 15 persone su 10 mila soffrono di un disturbo di alcolismo fetale in tutto il mondo, caratterizzato da problemi mentali, di comportamento e apprendimento, oltre che disabilità fisiche.
I cinque Paesi dove le donne consumano alcol durante la gravidanza sono in Europa: Russia, Regno Unito, Danimarca, Bielorrusia e Irlanda. Inoltre come regione, l’Europa è anche quella con la maggiore prevalenza di uso di alcol tra le donne in attesa rispetto alla media mondiale. I livelli più bassi di consumo di alcol durante la gravidanza e la sindrome di alcolismo fetale, invece, sono stati registrati nelle regioni del Mediterraneo orientale e nel sudest asiatico. Non tutte le donne che bevono durante la gravidanza avranno un figlio con questo disturbo, si stima tuttavia che ne soffrirà un bambino su 67 madri bevitrici. Anche se è noto che l’alcol può danneggiare qualsiasi organo del feto durante il suo sviluppo, in particolare il cervello, non è ancora conosciuto esattamente ciò che rende un feto più sensibile, in termini di quantità o frequenza del consumo di alcol, dato che potrebbero influire anche altri fattori come la genetica, lo stress, il fumo e l’alimentazione.

Young-woman-with-cocktail-001

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura