A Trento cattolici e protestanti a cinque secoli dalla Riforma

Stampa articolo Stampa articolo

Il 2017 opportunità per rivisitare un cammino difficile ma fruttuoso

Si è tenuto (16-18 novembre 2016) a Trento il Convegno ecumenico organizzato dall’ufficio Cei per l’ecumenismo e il dialogo e dalla Federazione delle Chiese evangeliche in Italia a 500 anni dalla Riforma. Erano presenti 400 delegati delle Chiese cattoliche e protestanti, tra i quali alcuni della nostra diocesi.
Un pane diviso sull’altare dai ministri del culto – cattolici, evangelici, valdesi, ortodossi – e poi condiviso con tutta l’assemblea è stato un “segno” di profezia per quell’unità che si sta cercando, compiuto in un clima di profonda commozione in quanto la celebrazione ecumenica si è svolta nella Cattedrale di San Vigilio di Trento che fu sede della promulgazione ufficiale dei decreti del Concilio tridentino (1545-1563).
Un concilio che ha fatto luce su alcuni punti chiave della fede cristiana e ha dato orientamenti, indicazioni, norme su argomenti riguardanti la vita della Chiesa dopo che il bisogno di rinnovamento della riflessione teologica e del vissuto delle comunità si era fatto sentire in modo così rilevante da provocare una rottura della stessa comunione ecclesiale.

A guidare la celebrazione c’erano i vescovi cattolici Lauro Tisi di Trento e Ambrogio Spreafico di Frosinone, presidente della Commissione Cei per l’ecumenismo e il dialogo tra le religioni, il pastore Luca Negro della Federazione delle Chiese evangeliche in Italia, don Cristiano Bettega, direttore dell’ufficio Cei per l’ecumenismo, il pastore Markus Friederich della Chiesa luterana in Italia (Bolzano), un rappresentante della Chiesa ortodossa.
Insieme, sotto il Crocefisso ligneo che fu testimone della firma dei decreti conciliari, hanno pronunciato parole di perdono per “aver tradito la tua Parola, per non aver sempre usato pensieri, parole e metodi evangelici, per aver smentito il tuo Evangelo, rallentando i passi verso una comunione di fede”.
Erano passati pochi giorni (31 ottobre) dall’incontro di papa Francesco in Svezia (Lund) con il vescovo luterano Munib Younan per i 500 anni dall’anniversario della Riforma di Lutero. L’incontrarsi è per percorrere insieme sia a Lund come a Trento la via difficile della riconciliazione.

Leggi tutto l’articolo di Giancarlo Gozzi su La Libertà del 7 gennaio

Clicca e abbonati online al nostro giornale

convegno-ecumenico-a-trento-3

Pubblicato in Articoli, Slide, Società & Cultura