«Tutto quadra», ai Musei civici pittura dal 900 a oggi

Stampa articolo Stampa articolo

È in corso nel Palazzo di San Francesco – sede dei Musei civici di Reggio Emilia – la mostra “Tutto quadra – Pittura dal 900 a oggi nelle collezioni dei Musei”, che intende sottolineare al pubblico e agli artisti la vocazione all’arte contemporanea del polo museale.
Ben 500 dipinti provenienti dai depositi dei Musei vengono presentati in una spettacolare esposizione, allestita nella Manica Lunga: è un’inedita esplorazione del patrimonio conservato dall’istituzione culturale, diretta da Elisabetta Farioli, e l’annuncio che Palazzo dei Musei diventerà anche un museo d’arte contemporanea.
Si tratta di oltre 600 metri quadrati di superfici – tele, tavole, compensati, preparazioni in gesso, carte, plexiglas oltre a dipinti ad olio, a fresco, acrilico, anilina, nitro, pastello, carboncino – in un arco cronologico che va dal 1929 – data dell’inaugurazione della Pinacoteca Fontanesi all’interno del palazzo – ad oggi.
Sono 146 gli artisti coinvolti – il più anziano nato nel 1874, la più giovane nel 1986 – in un percorso che si collega all’evoluzione dell’arte e della pittura dagli anni Trenta a oggi, tra avanzamenti e resistenze, ispirazioni e ripetizioni, inclinazioni personali e mode: uno spaccato vivido di arte ma anche di antropologia culturale e tendenze. Il criterio espositivo scelto è molto semplice, tipicamente museale, organizzato secondo la rigida griglia della cronologia.

Leggi l’articolo completo su La Libertà del 17 dicembre

Clicca e rinnova online il tuo abbonamento per il 2017

manica-lunga

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura