Una deriva che sembra non avere fine

Stampa articolo Stampa articolo

Il nuovo governo Gentiloni ha un nuovo Ministro dell’Istruzione e della Ricerca nella persona di Valeria Fedeli , già dirigente sindacale della CGIL e attivissima nel  sostenere  la lotta agli” stereotipi.”

Porta la sua firma infatti il Disegno di Legge n.  disegno di legge n.1680 per l’introduzione dell’educazione di genere e della prospettiva di genere nelle scuole e nelle università.

Nel testo del disegno di legge si manifesta la volontà di”  Integrare l’offerta formativa dei curricoli scolastici, di ogni ordine e grado, con l’insegnamento a carattere interdisciplinare dell’educazione di genere come materia, e agendo anche con l’aggiornamento dei libri di testo e dei materiali didattici, vuol dire intervenire direttamente sulle conoscenze utili e innovative per una moderna e civile crescita educativa, culturale e sentimentale di ragazze e ragazzi, per consentire loro di vivere dei princìpi di eguaglianza, pari opportunità e piena cittadinanza nella realtà contemporanea”.

forum-famiglie

Il disegno di Legge  prevede  poi che i piani dell’offerta formativa delle scuole adottino misure e contenuti di conoscenza ed educazione per eliminare stereotipi, pregiudizi, costumi, tradizioni e altre pratiche socio-culturali fondati sulla impropria “identità costretta” in ruoli già definiti delle persone in base al sesso di appartenenza”.

Ci sono perciò tanti motivi di preoccupazione sulla tanto conclamata  libertà d’insegnamento e sul primario diritto educativo dei genitori.

Il Forum delle Associazioni Familiari invita i genitori a riaffermare il loro ruolo insostituibile e l’unico modo per incidere è starci, immischiarci, candidarsi ed entrare negli organi collegiali della Scuola.

La partita si gioca ogni giorno nella scuola dei propri figli : con la Fedeli ministro o con un altro ministro , la storia la facciamo noi , scegliendo fra esserci e non esserci.

IL FORUM FAMIGLIE DI REGGIO EMILIA

Pubblicato in Articoli, Associazioni