La FEDE del sabato sera

Stampa articolo Stampa articolo

Il 26 novembre si è celebrata la Professione dei giovani in Cattedrale

Da La Libertà del 3 dicembre 2016

Da diversi anni nella nostra Diocesi di Reggio Emilia-Guastalla si celebra la “Professione di fede” dei giovani.
Questo momento carico di significato rappresenta il punto di passaggio da una “fede di gruppo”, fatta di esperienze comunitarie di condivisione e confronto, a una fede personale, che interroga nel profondo ogni singolo ragazzo mettendolo di fronte agli interrogativi più grandi della vita (Chi sono? Dove sto andando? Qual è la mia vocazione?).
È una tappa che giunge al termine di un cammino di discernimento, che ha il suo inizio nell’adolescenza, quando, fatto il sacramento della Cresima, i ragazzi vengono presi per mano da educatori che li accompagnano alla scoperta della bellezza di essere giovani cristiani. (Clicca e guarda le foto della serata)

Sono anni fondamentali per la crescita umana, educativa, personale e spirituale di ogni giovane, ed è per questo che gli educatori sono chiamati a un compito impegnativo e grande: condurre ogni ragazzo che gli è stato affidato a sperimentare e toccare con mano la gioia di vivere una vita al fianco di Gesù.
è da tanti anni che viviamo accanto ai ragazzi e agli educatori nella nostra comunità parrocchiale di Ancora a Sassuolo, e per questo ringraziamo ogni giorno il Signore.dsc_1420
Aprire la porta della nostra casa per accogliere ogni ragazzo/educatore con il suo bagaglio di gioie, fatiche, dubbi, esperienze ha arricchito la nostra famiglia.
In particolare negli ultimi anni stiamo condividendo, con chi decide di intraprendere questo cammino, la preparazione alla celebrazione della Professione di fede.
Davanti alla Parola di Dio, in un clima fraterno, ognuno è chiamato a mettersi in discussione interrogandosi in maniera profonda sulla centralità di Gesù nella propria vita.

Questo percorso porta i ragazzi a scrivere in forma strettamente personale la propria “memoria di fede” da consegnare nelle mani del Vescovo durante la celebrazione della Professione di fede, svoltasi quest’anno sabato 26 novembre in Cattedrale (tutte le foto sul sito www.laliberta.info). Dopo la lettura della Parola di Dio, tre ragazzi hanno dato spazio al racconto del loro cammino di fede testimoniando di come il Signore sia entrato nelle loro vite, non dimenticando di mettere a nudo anche incertezze e dubbi caratteristici della loro età.

“Quanti incontri nella vostra vita vi hanno portato qui”: con queste parole il vescovo Massimo durante il suo intervento ha sottolineato l’importanza e la bellezza del cammino fatto da ciascuno di loro; cammino fatto di esperienze forti, gioie, cadute ma soprattutto di incontri.
“Eccomi” è stata la risposta dei giovani alla chiamata alla Professione di fede affidando il loro progetto di vita autentico e personale nelle mani del Vescovo e ricevendo in cambio la Lettera pastorale, dedicata al tema della vocazione, e una croce simbolo della presenza di Gesù che non ci abbandona mai.

Claudio e Francesca
parrocchia dell’Ancora – Sassuolo

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana