Il botticello d’argento a Edda Bozzarelli per il suo aceto balsamico

Stampa articolo Stampa articolo

Sabato sera si è tenuta, presso la cantina di Arceto, la premiazione del migliore aceto balsamico da parte della Confraternita dell’aceto balsamico tradizionale.

Il botticello d’argento 2016 è stato assegnato a Edda Bozzarelli di Sassuolo. Una selezione, quest’anno particolarmente impegnativa per gli assaggiatori ufficiali, che ha visto la presenza in gara di 500 campioni di aceto. Secondo classificato è stato il noto industriale Lamberto Romani di Casalgrande.

A seguire sono stati premiati Carlo Bozzini di Reggio, Onorio Longagnani di Novellara, Tiziano Iori di Reggio Emilia, Gabriele Ruozzi di Scandiano, Fabio Caiti di Castellarano, Alessandro Conservati di Albinea, Gianfranco Forghieri di Albinea, Lorenzo Cappucci di Scandiano, Alfo Corradini di Castellarano e Ettore Roggiani di Maranello.

A trent’anni dalla fondazione della Contraternita dell’aceto balsamico tradizionale , si sono ricordati i 14 soci (alcuni scomparsi) che con passione e entusiasmo la fondarono nel gennaio 1986: Franco Beneventi, Alessandro Spallanzani, Luigi Sidoli, Antonio Ficarelli, Renato Bertani, Giovanni Bertani, Giovanni Cavalli, Leo Bertozzi, Ida Lombardini Maramotti, Eligio Grasselli, Ferdinando Cavalli, Franco Pedroni, Ottavio Iori, Francesco Rangone. I sette soci presenti alla cerimonia sono stati ringraziati e festeggiati con un medaglione personalizzato in oro con il logo della associazione e con una fruttiera appositamente decorata per ognuno dalla ceramista Nadia Davoli (Consorzio dell’ars Canusina).

Le premiazioni sono proseguite con “gli aceti affinati”: primo classificato Gianluigi Casotti di Albinea, a seguire Loredana Cavalli di Scandiano e Alessandro Sassi di Castelnovo Monti. Non poteva mancare la classifica dei migliori assaggiatori : Rino Rontani, Cristina Panciroli e Fabio Menozzi. Sono stati premiati i vincitori dei palietti tenutesi durante l’anno a S.Polo: Alfredo Margini, al Mauriziano: Leonardo Ruozzi, a Bagnolo in Piano: Franca Teresa Panciroli, a Novellara: Maria Teresa Lombardini, a Quattro Castella: Narciso Cilloni e ad Albinea: Gianni Poletti. La premiazione ha fatto da cornice alla tradizionale cena di gala che è stata preparata dalla Chef Gianfranco Tinterri e ha visto la partecipazione di oltre 250 persone.

12-finalisti-1

I finalisti

Pubblicato in Articoli, Associazioni