San Prospero, solennità del Patrono: il programma

Stampa articolo Stampa articolo

Da La Libertà del 19 novembre 

Presentiamo le celebrazioni in programma nella insigne Basilica di San Prospero nella giornata di giovedì 24 novembre, solennità di san Prospero vescovo, Patrono di Reggio Emilia e della Diocesi
Alle ore 6 Ufficio di Lettura, Lodi della Solennità e Celebrazione eucaristica (alle 7.15) animate dalle Case della Carità.
Alle ore 9 solenne celebrazione eucaristica presieduta dall’archivista diocesano, don Augusto Gambarelli.

Alle ore 11 Pontificale presieduto dal vescovo Massimo Camisasca, concelebrato dal vescovo emerito Adriano Caprioli, dai vicari episcopali, dai vicari foranei, dai parroci e sacerdoti della Città, con i diaconi, i religiosi e le religiose, le aggregazioni laicali e i fedeli reggiani; animato dal Coro diocesano, con il servizio liturgico del Seminario e l’accoglienza a cura del Gruppo Diocesano di Servizio; alla presenza dei ministri delle altre confessioni cristiane, delle autorità cittadine e della provincia, dei rappresentanti dell’Università e del mondo economico-sociale.

Nell’omelia il Vescovo rivolgerà il suo quarto Discorso alla Città sul tema della fragilità e della malattia.
La celebrazione eucaristica sarà trasmessa in diretta televisiva da Telereggio (canale 14).
Alle ore 17, canto solenne dei Vespri presieduti da don Giuseppe Dossetti, vicario della Città (animano la Cappella Musicale della Cattedrale e iseminaristi).
Alle ore 18 solenne celebrazione eucaristica, presieduta dal rettore della Basilica, monsignor Gianfranco Gazzotti (anima il Coro dell’Ospedale Santa Maria Nuova).

La Basilica rimarrà aperta tutto il giorno (dalle 6 alle 20) per l’omaggio e la preghiera al Patrono e anche per la visita alla chiesa (il passaggio davanti al sepolcro del Patrono e le visite sono sospese durante le celebrazioni).
L’Ufficio Liturgico ricorda che in tutte le parrocchie e comunità religiose della città di Reggio, il giorno 24 novembre, san Prospero si celebra col grado di solennità; in tutte le altre parrocchie della diocesi, con il grado di festa. Orazioni, prefazio e Letture sono sul Proprio della Chiesa di Reggio Emilia-Guastalla. Mentre il giorno successivo, il 25 novembre, in tutta la Diocesi è obbligatoria la memoria di santa Gioconda, secondo la tradizione discepola di san Prospero (tranne nelle comunità di Guastalla e Scandiano, dove si celebra come patrono civile santa Caterina, vergine e martire di Alessandria di Egitto, e nelle comunità dove la santa è titolare della parrocchia).

dsc_0068

 

 

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana