In ogni folle un dono unico

Stampa articolo Stampa articolo

Riflessioni a margine dello spettacolo «Psychiatric Circus», proposto anche a Reggio

Bisogna andare oltre l’apparenza per avvicinarsi allo spettacolo teatrale “Psychiatric Circus”, che è transitato da Reggio lo scorso mese di ottobre.
Premetto subito che non sono riuscito a recarmi nel tendone allestito in via Gonzaga in città per assistere di persona allo spettacolo, nonostante mi sia stato calorosamente consigliato, ma ho partecipato ad un incontro pubblico con gli attori nel corso del quale ho potuto conoscere le motivazioni degli ideatori e degli stessi attori.
Ebbene, oltre i manifesti in stile horror e all’ambientazione splatter con macchie rosso sangue seminate ad arte, al cuore dello spettacolo c’è la sofferenza dei malati psichici rivisitata in chiave ironica. Nel tentativo di far ridere gli spettatori, gli ideatori di “Psychiatric Circus” hanno messo i presupposti per far riflettere sul disagio mentale, una realtà della quale si parla poco e le cui sofferenze spesso non escono dalle mura domestiche o dei centri di cura. Raramente conosciamo o incontriamo malati psichici: anche per questo è difficile assistere a queste scene che ci presentano una sofferenza così lontana e ci destabilizzano.

Continua a leggere tutto l’articolo di Emanuele Borghi su La Libertà del 12 novembre

BLOCCA IL PREZZO! Mancano pochi giorni per pagare l’abbonamento al prezzo vecchio

_at_4520

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura