I Fiaschi in scena al Corso di Rivalta

Stampa articolo Stampa articolo

Torna il divertimento della XXVI Rassegna di Teatro Dialettale del Corso di Rivalta, che sabato 12 novembre dalle 21:15, applaudirà la compagnia I Fiaschi nella commedia Quand a loca-baraca-web_se scarvùlta la baràca, due atti comici di Paolo Ghidoni con la regia di Roberto Bocchi. La formazione di San Giovanni di Novellara proietterà il pubblico negli anni Sessanta, a casa Tironi, dove gli affari vanno a gonfie vele soprattutto grazie alle capacità imprenditoriali di Domenico, che amministra il salumificio di famiglia insieme al figlio Paride. Sarà proprio l’erede a minare la tranquillità tra le pareti domestiche, lanciandosi in un nuovo business in cui investe gran parte del capitale del Salumificio Tironi. Si tratta di un’iniziativa economica ambiziosa, nella quale l’uomo è appoggiato dalla moglie Desolina, che nell’“impresa” intravede due vantaggi molto allettanti: la possibilità di gestire a suo piacimento le ricchezze del coniuge e l’opportunità di liberarsi sia del suocero che della domestica Albina, ritenuta troppo invadente e poco servile. La situazione è resa ancora più movimentata da Lucrezia, figlia di Paride e Desolina, Matilde e Battista, amica e zio di quest’ultima, Edoardo, figlio di Matilde, Gabriele, l’autista di famiglia, Marco, il meccanico del paese, nella bassa reggiana, e Katia, ricca ereditiera. Si alterneranno sulla scena Luigi Carboni, Andrea Zanni, Annalisa Davoli, Sara Simonazzi, Tullia Pirondini, Cristiano Bocchi, Fabio Ferretti, Daria Rossi, Gigi Accorsi e Ivanna Ferretti.

Attiva da oltre cinquant’anni, la compagnia novellarese animerà il secondo dei nove spettacoli in abbonamento della Stagione 2016-2017 del Corso. Ciascun membro del gruppo, quindi, è un potenziale Premio Simpatia, il titolo che consente di accedere direttamente al concorso Il Simpaticissimo, entrambi patrocinati da Il Resto del Carlino. Il riconoscimento è assegnato sommando il voto scritto, anonimo e volontario che i singoli spettatori sono invitati a esprimere al termine di ogni rappresentazione in abbonamento, compilando la scheda di valutazione e gradimento distribuita prima del “buio in sala”. L’interprete con il maggior numero di preferenze tornerà sul palcoscenico di Via Sant’Ambrogio per sfidare gli altri otto eletti delle relative commedie legate a Il Simpaticissimo 2017, che sarà decretato da una pacifica lotta all’ultimo sketch. Tale gara è giunta alla diciassettesima edizione e, come di consueto, darà vita all’omonima iniziativa a ingresso gratuito con cui, domenica 9 aprile, si concluderà il cartellone rivaltese, che, ancora una volta, è realizzato grazie al prezioso sostegno di vari esercizi del territorio.

La prossima serata dedicata alle risate dialettali sarà sabato 26 novembre, quando la formazione Bruno Lanzarini di Bologna presenterà – sempre in abbonamento – La Marianna la và in zité, tre tempi scritti e diretti da Gian Luigi Pavani, il quale ha sviluppato un’idea dell’artista che dà il nome alla compagnia felsinea. L’abbonamento alle nove commedie costa 55 Euro, il biglietto intero 8 Euro, il ridotto 5 Euro.

Sipario alle 21:15 per tutte le rappresentazioni. Informazioni, abbonamenti e prenotazioni: 339-7117163.

 

Pubblicato in Archivio