Cristo nostro contemporaneo

Stampa articolo Stampa articolo

Monsignor Francesco Braschi, che a giorni predicherà gli esercizi spirituali al clero diocesano, parla del suo lavoro, di fede, di Chiesa, Oriente e musulmani…

Predicherà gli esercizi spirituali al clero reggiano-guastallese, a Marola dal 7 all’11 novembre, sviluppando una traccia che il Vescovo gli ha affidato. Sarà la rilettura di alcuni passi di san Paolo sulla comunione nell’esperienza della fede, attingendo anche alla sapienza dei Padri della Chiesa, compresi quelli orientali, che ben conosce.
Monsignor Francesco Braschi, classe 1967, è sacerdote dal 1992. Dal 2007 è Dottore della prestigiosa Biblioteca Ambrosiana di Milano e, dall’anno successivo, direttore della Classe di Slavistica dell’Accademia Ambrosiana. Nel 2010 ha incontrato il Movimento di Comunione e Liberazione e poco tempo dopo, a un incontro della Fraternità Schuster, ha conosciuto monsignor Camisasca. Ha frequentato a Roma l’Istituto Patristico Augustinianum e il Pontificio Istituto Orientale. Collabora stabilmente con l’Associazione Russia Cristiana. Un pozzo di conoscenze, insomma, in cui La Libertà, attraverso questa intervista concessa gentilmente tra un viaggio e l’altro, ha… fatto scendere il suo piccolo secchio.

Monsignor Braschi, com’è nata la sua vocazione al sacerdozio?
Sono nato in una famiglia cristiana, in cui i genitori hanno compiuto scelte molto coraggiose, ad esempio l’adozione di due fratelli, e posso dire che la mia vocazione è nata guardando dei sacerdoti che avevo conosciuto in parrocchia e al liceo. Come esperienze, sono state decisive sia il servizio liturgico come chierichetto sia, nell’adolescenza, la vita trascorsa in parrocchia, a Monza, come educatore d’oratorio, poi membro del consiglio pastorale, direttore del coro, organista.

Leggi tutta l’intervista di Edoardo Tincani a monsignor Braschi su La Libertà del 5 novembre

BLOCCA IL PREZZO! Mancano ancora pochi giorni per poter pagare l’abbonamento al nostro giornale al prezzo vecchio

braschi_arimini

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana