Teatro l’Attesa, al via la nuova stagione

Stampa articolo Stampa articolo

“Faccio teatro perché questa è la bellezza che ho da offrire contro la distruzione del mondo”. Così Julian Beck parlava della propria vita e del proprio lavoro.
Ispirandosi alla figura del fondatore del celebre Living Theatre, la nuova stagione del Teatro l’Attesa di Sant’Ilario sta per iniziare.

Il titolo di quest’anno è “Scuola di pace”, per ribadire, ancora una vota come l’arte sia un momento decisivo d’incontro, rispetto ed educazione, un luogo aperto, com’è il teatro, dove si può costruire il futuro.
Gli spettacoli in programma, che accompagneranno gli spettatori dalla fine di ottobre fino alla primavera, richiamano l’idea della pace. Uno sulla difesa del creato, uno sulla cultura Rom, uno sull’inclusione, uno sulla nascita e uno sulle grandi figure di donne per celebrare l’anniversario del suffragio femminile. Poi un evento speciale dedicato ai giovani artisti, un secondo evento che ospita quattro grandi esperti di islam, cristianesimo ed ebraismo che parlano della bellezza.

a-square-world

A square world

Oltre all’alta qualità della proposta per ragazzi e famiglie, che in collaborazione con l’Associazione 5T vede ormai da qualche anno il passaggio dal Piccolo Teatro in Piazza di compagnie e spettacoli di livello nazionale, il cartellone serale propone quest’anno una miscela eterogenea di spettacoli per tutti i gusti, ma uniti dal comune denominatore dell’estetica della pace.
Con Pale blue dot (10 novembre) l’attore e fisico trentino Andrea Brunello, in partnership con l’Università di Trento e di Bordeaux, evoca la lunga impresa scientifica del Voyager, il protagonista in dialogo con un robot, e lancia un accorato appello per la salvaguardia del creato.

nati-in-casa

Nati in casa

Da non perdere poi, per la bravura dell’interprete, è Nati in casa (5 febbraio), divertente e commovente racconto delle nascite d’altri tempi presentato dall’attrice Giuliana Musso.
Con Storie di Zhoran (26 gennaio), la scenografia del teatro si trasformerà in un’osteria di qualche tempo fa e l’accattivante esibizione del duo di Teatro Archelia aiuterà a ricordare, alla vigilia del Giorno della Memoria, lo sterminio dei Rom nei lager nazisti offrendoci anche uno spaccato divertente dei pregiudizi reciproci fra zingari e “resto del mondo”. Con A square world di Daryl Beeton, artista londinese, si assisterà alla messa in scena del tema dell’inclusione sociale attraverso l’ironica metafora di un improbabile mondo quadrato (15 febbraio).
Una menzione speciale va fatta per un nuovo esperimento di Teatro L’Attesa, che tenta di metttere in dialogo teatro e spiritualità con in tre incontri successivi, nel mese di marzo, ospitando alcuni grandi esperti di ebraismo, cristianesimo ed islam, convocati a parlare della bellezza della loro fede (La bellezza di credere, marzo).
L’esordio del nuovo cartellone è domenica 30 ottobre (ore 16.30) con Transylvania Circus del Teatro Dodici Lune, prima data della rassegna domenicale per ragazzi dedicata al teatro di figura che coinvolgerà nel corso della stagione anche compagnie del calibro di Cà Luogo D’Arte, il Baule Volante, Residenza Idra.
La ricca offerta di Teatro l’Attesa si completa poi con la proposta di teatro per le scuole, gli appuntamenti legati alle associazione e al territorio, gli eventi speciali e i laboratori e corsi di teatro, elemento decisivo dell’attività dell’associazione teatrale, rivolti quest’anno a bambini, ragazzi, adolescenti con anche la novità di corsi di teatro musicale in lingua inglese.

© MoniQue foto - Monica Condini 2015 www.moniquefoto.com pale blue dot

Pale Blue Dot

 

CARTELLONE 2016-2017

Domenica 30 ottobre ore 16.30 – Teatro Dodici Lune – “Transylvania Circus”

Giovedi 10 novembre ore 21.00  – Ardito Desio – “Pale Blue Dot”

Domenica 20 novembre ore 16.30   Residenza Idra/ Associazione Rebelot  – “Pollicino e l’Orco”

Domenica 27 novembre ore 18.00 – Mauro Incerti e Andrea Zanni  – “Risolina due volte al dì”

Giovedì 5 gennaio ore 16.30 e ore 21 – Cà Luogo d’arte  – “La piccola fiammiferaia” – Venerdì 6 gennaio ore 16.30 e ore 21.00 Replica

Domenica 15 gennaio ore 16.30 – Baule Volante – “Hansel e Gretel”

Giovedì 26 gennaio ore 21.00 – Teatro Archelia – “Storie di Zhoran”

Domenica 5 febbraio ore 21.00 – Giuliana Musso – “Nati in casa”

Mercoledì 15 febbraio ore 21.00 – Daryl Beeton –  “A square world”

Venerdì 10 marzo ore 21.00 – Flexus – “La storia del rock”

Venerdì 21 aprile ore 21.00  – Teatro dell’Orsa – “Fuochi”

Pubblicato in Articoli, Slide, Società & Cultura