La Croce verde apre le porte

Stampa articolo Stampa articolo

Porte aperte in Croce verde sabato 29 ottobre, dalle 16 alle 19, si celebrerà infatti Openday 2016, con visita della sede e presentazione al pubblico delle attività.locandina-openday-2016

“Sarà così possibile vedere e vivere da vicino – spiega il presidente Elio Ivo Sassi – una realtà forte e radicata sul territorio montano, alla presenza di tutti noi, dal consiglio di amministrazione ai volontari del soccorso, dai dipendenti ai collaboratori”.

Continua Sassi: “Al seminario di conoscenza della pubblica assistenza, improntato sui temi della mission, del territorio, dei servizi e della formazione, faranno seguito la presentazione e la prima delle quattro lezioni del quarantaseiesimo corso di primo soccorso, che è gratuito, certificato e rivolto a tutte le persone, a partire dai 16 anni d’età. Il percorso formativo, che si concluderà il 17 novembre, è adeguato sia a chi è interessato per motivi personali che per coloro che hanno la necessità di conseguire una certificazione, a termini di legge, per ragioni di lavoro. Rappresenta anche un primo passo per acquisire le competenze di servizio in Croce verde”.

Nell’occasione sarà infine possibile inoltrare domanda d’iscrizione al corpo volontari “con l’attribuzione di incarichi e l’applicazione di turni e orari personalizzati – conclude il presidente Sassi – in base alle abilità, al percorso formativo interno già svolto, alle esigenze e alle disponibilità di ognuno. Il volontariato è ciò che dà significato e vigore alla nostra attività. Sono diverse le mansioni che si possono svolgere: autista di emergenza, autista dei trasporti ordinari, barelliere soccorritore, barelliere dei trasporti ordinari, manutentore della sede, centralinista, promotore delle iniziative. Nessuno è escluso. Ciascuno può offrire un  preziosissimo aiuto alla comunità e nello stesso tempo vivere in modo sano e propositivo momenti di socializzazione ed esperienze importanti e significative sia sotto il profilo umano che della crescita personale”.

 

Pubblicato in Articoli, Associazioni