Una madre coraggio parla del perdono

Stampa articolo Stampa articolo

Nella navata di sinistra della Cattedrale di Reggio Emilia è visitabile fino al 1° novembre la mostra “I volti della Misericordia”, curatore padre Antonio Sangalli; attraverso una serie di pannelli è possibile scoprire l’azione della grazia divina attraverso le vite di alcuni particolari santi e il loro ruolo di continuatori di opere di misericordia. L’esposizione  propone  anche  alcuni  episodi  storici  significativi  di conversione e perdono di peccatori.

In questo contesto si inserisce l’evento organizzato dalla Diocesi per sabato 22 ottobre alle ore 16, sul tema “Perdonare le offese”. Si tratta di un momento di riflessione, per tutti, sulla difficile arte del perdono.

Il  vescovo Massimo Camisasca terrà una “lectio magistralis” su questo tema, in un percorso che partendo dalla sapienza biblica porterà su piste più esperienziali. Poi si potrà ascoltare la testimonianza di Claudia Francardi, vedova del carabiniere Antonio Santarelli, che ha fondato l’associazione “AmiCainoAbele”, che si occupa di giustizia riparativa e cammini di riconciliazione, insieme alla madre del ragazzo che in un raptus strappò alla vita suo marito, ormai cinque anni fa, aggredendolo a un posto di blocco.

A rendere più profondo l’ascolto interverranno due soliste dell’Istituto diocesano di Musica e Liturgia.

c

Claudia Francardi

 

Pubblicato in Archivio