Anna, Cristina, Federica, Virginia: missione al femminile

Stampa articolo Stampa articolo

Conosciamo le quattro giovani pronte a partire

“E li mandò due a due davanti a sé in ogni città e luogo” (Lc10,1). Quattro laiche riceveranno il mandato missionario alla veglia diocesana di giovedì 20 ottobre. Due giovani andranno a svolgere un anno di servizio presso l’Ospedale di Ampasimanjeva, in Madagascar, e altre due partiranno alla volta dell’Albania. Una presenza femminile in missione, per camminare con altre donne nei solchi della vita concreta e riconoscersi tutti figli e figlie di Dio, senza divisioni e discriminazioni. Cammini di liberazione, cammini per imparare a leggere il Vangelo con gli occhi di chi vive ai margini della società soffocato dalle molteplici forme di esclusione, povertà e violenza.
Cristina Orlandini, classe 1994, di Villa Sesso, questo cammino lo intende fare “scalza” per “entrare in punta di piedi in un altro Paese, in un’altra cultura, nella vita di un altro popolo senza calpestarne i ritmi, gli usi e costumi, ma entrando in sintonia ed empatia, a contatto con un’altra quotidianità, realizzando insieme il sogno di un mondo più umano”.

“Quello della missione è un mondo che mi ha sempre attratto – osserva – e ho avuto anche il dono di conoscere nella mia parrocchia persone che sono andate in missione, chi in Brasile, chi in Madagascar.
Nell’estate del 2015 poi ho fatto un campo in Albania, che mi ha lasciato la nostalgia della missione. Allora ho chiesto di fare un cammino di preparazione e partire subito dopo la laurea in Logopedia… Se non ora, quando?”.

Leggi tutto l’articolo di Elisabetta Angelucci nella pagina Ottobre Missionario su La Libertà del 15 ottobre

BLOCCA IL PREZZO! Clicca e scopri el nostre offerte di abbonamento

ottobre-missionario

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana