Eutanasia: sconfitta per tutti

Stampa articolo Stampa articolo

Dopo il caso ai danni di un minore in Belgio

Il fatto e i commenti
La notizia dei giorni scorsi, cioè del primo caso di cosiddetta “eutanasia” a carico di un minore avvenuta in Belgio, ha suscitato, come era prevedibile, un ampio dibattito anche nel nostro Paese. Come sempre si sono levate prevalentemente dal mondo laico, anche se non in maniera univoca, voci entusiastiche sottolineando come anche un minore abbia diritto di disporre della propria vita. All’opposto vi è stata la ferma condanna della Conferenza Episcopale Italiana a riproclamare la inviolabilità della vita umana.
Ancora una volta però, di fronte a un evento di grande fatica, sofferenza e povertà umana, anziché fare prevalere il silenzio e il nascondimento, si è fatto prevalere il clamore. Un palcoscenico poco adatto alla vicenda della sofferenza, alla vicenda della fatica di una malattia avanzata ed in fase cosiddetta “terminale”.

Leggi tutto l’articolo di Giuseppe Chesi su La Libertà del primo ottobre

eutanasia-su-minore-belgio

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura