“Pop Up Garden”, al Ruggeri di Guastalla va in scena la botanica

Stampa articolo Stampa articolo

Piante e animali perduti”, una delle feste dedicate alla biodiversità e al mondo rurale più antiche e amate d’Italia, non è solo mostra-mercato.

La rassegna significa infatti anche spettacoli e attività per bambini.  Ecco che la ventesima edizione ospita al Teatro Comunale Ruggero Ruggeri domenica 25 settembre  (tre repliche : ore 11, ore 16, ore 17.30) uno spettacolo davvero unico intitolato Pop up Garden della pluripremiata compagnia toscana TPO.

Realizzata a fine 2015 in coproduzione con il Théâtre National de Chailot di Parigi, la rappresentazione, che si avvale dell’uso di tecnologie interattive, della danza e del teatro visivo, è dedicata al grande botanico, poeta e giardiniere Gilles Clement e a quei piccoli eroi che dal nulla creano giardini nei luoghi più impensati. È un invito all’osservazione delle piante, al loro modo di danzare mosse dal vento, al loro essere al tempo stesso generose e capricciose.

Protagonista dello spettacolo un giardiniere particolare, il signor Bu che dal nulla crea piccoli giardini dove lascia crescere i suoi sogni. È un giardiniere modesto, fra tutte le piante preferisce l’edera o la vite rampicante. Un’amica silenziosa e altri piccoli amici – giardinieri lo aiutano a togliere l’asfalto da un cortile abbandonato per mettere un po’ di terra. Con il tempo le sue piante crescono rigogliose, alcune muoiono, altre si spostano. Il giardino di Bu è un giardino libero, in movimento.

pop_up_garden_13

Come in tutti gli spettacoli della compagnia, che ha sede a Prato nel Teatro Fabbrichino ed è diretta da Davide Venturini e Francesco Gandi, i protagonisti sono lo spazio scenico, le immagini, i suoni, i colori. Grazie all’uso di tecnologie interattive lo spettacolo si trasforma in un ambiente “sensibile” dove sperimentare il confine sottile tra arte e gioco. Danzatori, performer e il pubblico stesso interagiscono insieme esplorando nuove forme espressive oltre le barriere di lingua e cultura.

I posti sono limitati. Il costo del biglietto è di € 3.

E’ necessaria  la prenotazione e l’acquisto presso l’Ufficio Cultura del Comune di Guastalla in Vicolo Carracci 2.

Informazioni e prenotazioni  tel.  0522/839756-839757 p.tarana@comune.guastalla.re.it, f.tagliavini@comune.guastalla.re.it

Pubblicato in Archivio